Cassano allo Ionio (Cs), Guerrieri (Udc): "Si aggrava situazione ex Lsu/Lpu"

"La situazione degli ex lsu/lpu dell'ente comunale si aggrava sempre di più, e si aggrava anche il malcontento tra gli stessi lavoratori. La disparità di trattamento riguardante il monte orari dei dipendenti, stabiliti dal Comune di Cassano, chi a 22 ore chi a 25 ore ed i più accreditati a 30 ore, ha per noi dell'Unione di Centro cassanese, una priorità politica assoluta. Proprio ieri i lavoratori hanno assistito all'aumento delle ore dei colleghi di Castrovillari, tutti a 26 ore settimanali, senza suddividere la pianta organica in lavoratori di serie a, di serie b, e di serie c, ora lega pro. Per gli stessi lavoratori ma di Castrovillari il loro è stato solo un primo aumento, grazie alla sinergia tra istituzioni, organizzazioni sindacali e politica.

Chiediamo al Sindaco Giovanni Papasso dunque come mai a Cassano non vi sia un'equa corresponsione di orari? La decisione ha riguardo, di dividere i lavoratori, è stata presa con i sindacati, magari con i confederati? Su questo tutto tace, ma noi continuiamo e continueremo a chiedere lumi con la speranza che tutta la politica e le varie organizzazioni si facciano carico delle istanze dei lavoratori e non si girino dall'altra parte. Non chiediamo altro, come UDC Cassano, chiarezza e serietà da parte di tutti, non per far vincere la nostra proposta ma stabilire principi di equità nella nostra comunità". Lo afferma in una nota Michele Guerrieri (UDC Cassano All'Ionio).

Creato Sabato, 16 Ottobre 2021 08:42