Cosenza
 

Corigliano Rossano: incontro tra Comune e Asp sul problema del randagismo

Su forte impulso dell'amministrazione comunale si è tenuta nei giorni scorsi a Palazzo Bianchi una riunione sul sentito tema del randagismo e canile comunale con i vertici dell'Asp, i responsabili comunali del settore ambiente, la Polizia Municipale, la presidente della commissione Ambiente, il gestore del canile e il sindaco Flavio Stasi. Dalla riunione due importanti notizie, la prima è, come confermato dal dottore Achille Straticò, dirigente veterinario Asp Cosenza, che saranno riattivate al più presto le unità di cattura, il cui servizio era stato sospeso per diversi mesi, la seconda è che è stata individuata la locazione per il nuovo ambulatorio comunale che sarà adibito alla microcippatura dei cani e anagrafe canina in località Boscarello.

È stato stabilito che in caso di emergenza, la Polizia Municipale debba contattare il veterinario reperibile che a sua volta contatta l'unità di cattura e verifica la disponibilità di posti nel canile municipale. Sono state poi discusse e messe in chiaro le diverse responsabilità rispetto alla cattura e trasferimento dei cani al canile, con l'obbligo di comunicare giornalmente i posti disponibili da parte dei veterinari responsabili. Ribadita poi l'esigenza di aumentare i posti disponibili per le emergenze. L'Asp si è resa disponibile a rendere più efficiente il servizio di reperibilità dei veterinari, a volte carente o comunque insufficiente. Presenti per il comune, il sindaco Flavio Stasi, l'ingegnere Francesco Favaro, la dottoressa Anna Calabrò, la presidente della commissione ambiente, consigliere Liliana Zangaro e il signor Raffaele Piovosa. Per la Polizia Municipale presente l'ispettore Marcello Milione. In rappresentanza dell'Asp di Cosenza erano presenti il dirigente veterinario Achille Straticò, il dottor Caputo e il dottor Silvio Deni. Per il canile il signor Giovanni Battista Varca.