Cosenza
 

Castrovillari, avviato il Cartellone degli eventi estivi

Diversi gli appuntamenti, come sempre, alcuni di questi con articolazioni in più giorni, tra eventi culturali, ludici, musicali, etnici e cinematografici, spalmati in diverse settimane ed avviati il 22 giugno per chiudersi il 19 settembre.

Il Cartellone, organizzato dal Comune con l'apporto ed il coinvolgimento propositivo e fattivo di tante capacità locali spazia dal "Premio d'Autore" con un carattere antologico (che alternerà pure letture a brani musicali) alla "Danza", dal Teatro per ragazzi "Primavera Kids, ai consueti e rinomati "Suoni", "Estate internazionale del Folklore, "Castrovillari Film Festival", "Peperoncino Jazz Festival", ed ancora "Cinema a Sud", "Joy Fest e "I-FEST" Festival Internazionale del cinema.

Le manifestazioni si muovono in un caleidoscopio di opportunità dove l'offerta dell'incontro è sicuramente al centro degli intrattenimenti i quali propongono una ripresa a 360gradi che, comunque, non può prescindere da vigilanza ed attenzione per non sviluppare quel rischio contagio bisognoso continuamente, nonostante le vaccinazioni in atto, di responsabile distanziamento e di tutte quelle accortezze che ormai conosciamo e l'emergenza pandemia ancora pone.

Per altro i momenti riconsegnano alla città qualcosa che si era perso in questi due anni passati, causa covid: il bisogno diffuso fra la gente di ritornare alla fisicità e gioiosità di una vita di relazione.

"Da qui l'importanza di viverli- dichiarano il sindaco, Domenico Lo Polito, e gli Assessori Ernesto Bello e Federica Tricarico, che per l'Amministrazione hanno aiutato a tessere il programma- ricentrando ciò che connotano questi istanti: passione per essere condivisi."

"Spettacoli ed intrattenimenti- aggiungono gli amministratori, per dare il senso del lavoro che si vuole portare avanti corroborando il progetto di Castrovillari Città Festival- desiderano contribuire, così, a quella espressione culturale che nasce dalle persone e non conosce confini e limiti, lingua o razza, nell'esprimere la sua versatilità di fondersi e contaminarsi per affermare quell'esperienza umana che sta a Cuore a tutti e sorprende continuamente anche per come sa interagire e creare ponti grazie all'esistenza dell'arte, che è fondamentale coltivare sempre per quel Bello che pone e l'esperienza che suscita con vivacità."