Cosenza
 

Mobilità alternativa, il Comune di Corigliano-Rossano aderisce al progetto sperimentale del Mit

Sostenere la diffusione della micro-mobilità elettrica, promuovere l'utilizzo di mezzi di trasporto alternativi, incentivare alla sostenibilità; sono questi gli obiettivi del progetto lanciato da Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che la giunta Stasi ha scelto di condividere partecipando al bando sperimentale.

La sperimentazione durerà 24 mesi e sarà aperta a dispositivi come segway, monopattini, monowheel e hover in alcune parti del territorio comunale messe a disposizione per questa sperimentazione, nello specifico tutte le strade con velocità massima o inferiore ai 30 km/h delle località Schiavonea, Fabrizio, Pirro Malena, Sant'Irene, Momena, Sant'Angelo e Torre Pinta nonché sulle piste ciclabili esistenti in quelle zone. La sosta di questi dispositivi sarà consentita negli spazi normalmente utilizzati per la sosta di motocicli e ciclomotori e non sarà consentita la circolazione degli stessi al di fuori delle aree autorizzate.

«La sostenibilità è la sfida che dobbiamo vincere nel più breve tempo possibile – ha commentato il sindaco Flavio Stasi – e monitorando questa sperimentazione potremmo ottenere dati precisi sull'impatto nei confronti della mobilità cittadina e sugli eventuali provvedimenti da prendere per implementarne l'utilizzo e la condivisione. Saranno oltre sessanta i dispositivi che potranno prendere parte a questo progetto di mobilità alternativa e nei prossimi giorni sarà pubblicata una manifestazione d'interesse per i gestori che vorranno partecipare».

«Anche Corigliano-Rossano diventa una città smart mobility, come fortemente voluta da questa amministrazione – ha dichiarato l'assessore Tatiana Novello – il servizio di sharing di monopattini elettrici sarà a disposizione dei cittadini e dei turisti, un mezzo pratico, veloce ed economico per spostarsi per le vie del lungomare».