Cosenza
 

A Rende apre il Palazzetto dello Sport con la finale di Torball di Coppa Italia. Il sindaco Manna: “Ripartiamo dall’inclusività”

"Sabato alle 14,00, in occasione della finale nazionale di Torball di Coppa Italia, apriremo simbolicamente per la prima volta le porte del Palazzetto dello Sport, emblema del nostro impegno verso questa città che su accoglienza, apertura e condivisione ha modellato la propria identità".

Il sindaco di Rende Marcello Manna ha così annunciato l'apertura della struttura sportiva di Villaggio Europa che: "grazie al nostro intervento, avrà nuova vita e finalmente potrà essere il simbolo della ripartenza. Se siamo riusciti a trovare nella forza della nostra comunità il coraggio di affrontare l'emergenza sanitaria ed economica, se oggi ci troviamo con maturato impegno a voler ribadire il nostro dovere verso una nuova umanità, lo si deve a chi guarda alle istituzioni come massima espressione dell'agire democratico e in esse finalmente si riconosce. Il percorso che abbiamo intrapreso è arduo, ma è una scelta obbligatoria per chi come noi amministra nel segno della trasparenza".

La scelta di aprire le porte del Palazzetto dello Sport a un evento che vedrà i ragazzi dell'Unione Italiana Ciechi nella finale nazionale di Coppa Italia non è stata fatta a caso: "Vogliamo che sia data la massima attenzione al tema della disabilità in ambito non solo sociale, ma anche sportivo. Bisogna dare grande rilievo alle attività paraolimpiche. Abbiamo visto nascere l'Olympia supportando la squadra col massimo impegno da parte di tutta la nostra amministrazione. L'entusiasmo e la tenacia con cui è stato raggiunto questo risultato è orgoglio per tutta la città di Rende. Crediamo fortemente nel costruire una città inclusiva, senza barriere architettoniche, dove qualsiasi disabilità sia vista come ricchezza e non impedimento", ha aggiunto il primo cittadino.

"Abbiamo realizzato una struttura dotata di un campo da gioco per le attività sportive di pallavolo e pallacanestro, in cui possono svolgersi attività agonistiche, con una capienza complessiva di circa 1.700 spettatori, ampliabile fino ad oltre 2.000 spettatori installando adeguate tribune telescopiche sui lati est e ovest. Un risultato, questo, che è frutto di un lavoro sinergico da parte della nostra amministrazione che è riuscita attraverso l'idea di rilancio di una nuova economia, più sostenibile e aperta ai mutamenti di questo periodo storico a realizzare un'opera che rappresenta un segnale concreto di ripresa", ha proseguito Marcello Manna.

"Il Torball è lo sport di squadra più praticato dei non vedenti in Italia, tanto che l'alto numero di società iscritte consente alla federazione di organizzare ben tre campionati di tre categorie differenti. Superata la prima fase di qualificazione svoltasi ad Enna e Teramo, si vedono approdare qui a Rende le 6 squadre finaliste che si contenderanno il titolo. L'Olympia, Il Bolzano, Augusta, Reggina, Bergamo ed il Teramo disputeranno la semifinale giorno 15 maggio per poi accedere alla giornata finale giorno 16. Finaliste che verranno proclamate dal Presidente Nazionale della FISPIC Sandro De Girolamo, dal Sindaco Avv. Marcello Manna, dal Presidente Regionale CIP Antonino Scagliola" ha affermato Giovanni Bilotti Dirigente attività paraolimpiche che ha poi detto: "la riconferma di Rende come luogo prescelto per disputare la Coppa Italia di Torball, rende onore alla cittadina sugellando il suo ruolo da protagonista assoluta negli sport paraolimpici. Dopo il successo delle giornate di Goalball di aprile, abbiamo il privilegio di celebrare questo nuovo evento all'interno del nuovo e maestoso Palazzetto dello Sport della città".