Il commissario dell’Asp di Cosenza in visita al Comune di Cassano allo Ionio: focus sull’emergenza Covid

Visita istituzionale del commissario straordinario dell'ASP di Cosenza, Vincenzo La Regina, su invito del sindaco Gianni Papasso, al Comune di Cassano All'Ionio per fare il punto della situazione relativa ai problemi che interessano lo stato della sanità sul territorio. Ad accogliere l'ospite, insieme al primo cittadino, il presidente del consiglio comunale Lino Notaristefano, il vicesindaco Antonino Mungo, l'assessore Elisa Fasanella, i consiglieri comunali Luigi Malomo, di maggioranza e Sofia Maimone e Savina Azzolino, di minoranza, il comandante della Polizia Locale, Anna Maria Aiello, e, tra gli altri, il presidente di Casa Serena, Antonio Golia.

I lavori sono stati introdotti dal sindaco Papasso. Al tavolo della presidenza sono stati presenti, insieme al Commissario Straordinario La Regina, l'Assessore regionale al Welfare, Gianluca Gallo, Antonello Graziano, direttore del Distretto Sanitario "Jonio Nord", la consigliera Carmen Gaudiano, delegata alla sanità per il comune sibarita, e il presidente dell'assise civica Lino Notaristefano.
Il primo cittadino, dopo avere ringraziato il Commissario La Regina per avere accolto l'invito, parlando di emergenza coronavirus e illustrando la situazione locale, ha ribadito la richiesta, considerata l'impossibilità di chiudere le scuole, di autorizzare tamponi per la popolazione scolastica. Nel suo argomentare, il sindaco Papasso ha sottoposto all'attenzione del Commissario La Regina la necessità di aumentare il personale in forza presso la struttura sanitaria di Cassano, attualmente sottodimensionata che, nonostante i tanti sforzi profusi dagli operatori, spesso versa in situazioni di difficoltà.

L'intervento del primo cittadino ha interessato anche il nuovo Atto Aziendale dell'Asp di Cosenza in cui il Laboratorio di Analisi di via Ponte Nuovo viene aggregato al Presidio Ospedaliero Spoke di Castrovillari, mentre d'altro canto si auspicava l'autonomia, in considerazione della sua specificità/unicità a servizio dell'intero comprensorio dell'ASP, dovuta, in particolare agli esami di Tossicologia. A seguire, ha evidenziato le criticità esistenti nel Poliambulatorio, dove manca il sanitario di Radiologia e si evidenzia la necessità di implementare i servizi specialistici esistenti, nonché la sollecitazione per la risoluzione anche di altre carenze.
Nell'intervento del sindaco non è mancato il riferimento alla struttura ospedaliera di via ponte Nuovo, orma ultracinquantenne, mai resa funzionale come tale, di cui ha tracciato una breve cronistoria, che attualmente è sede del Poliambulatorio al piano terreno e dell'Hospice al primo piano. Facendo riferimento agli altri livelli non utilizzati, Papasso, ha ribadito la proposta di un possibile utilizzo come Casa della Salute. Da sottolineare, inoltre, la richiesta del sindaco di Cassano, di istituire un Distretto Sanitario a Sibari, baricentrico nell'ambito di un comprensorio che raccoglie i Comuni da Rocca Imperiale a Cassano, inglobando anche i paesi arberesche, quale riferimento per una popolazione che supera i 75 mila abitanti e che durante il periodo estivo lievita notevolmente. Il sindaco Papasso, ha rimarcato, infine, l'importanza della sinergia istituzionale e la necessità di garantire ai cittadini il diritto alla salute. A sua volta l'assessore Gallo, nel suo dire, oltre ad apprezzare l'iniziativa del sindaco Papasso e il ritrovato spirito di collaborazione, ne ha condiviso le istanze rappresentate, impegnandosi dal canto suo a sostenerle nelle sedi deputate. Ha riferito, inoltre, di avere interagito sia con la Protezione Civile, sia con l'ASP per la questione di reperire i tamponi per consentire di fare uno screening di tutta la popolazione scolastica cassanese. Altro apporto alla discussione è venuto dal direttore del distretto, Graziano, che ha ribadito il progetto dell'Asp di portare la sanità il più vicino possibile ai cittadini. Il Commissario La Regina, a chiusura dell'incontro-confronto, nel sintetizzare in merito alle istanze registrate, ha apprezzato, innanzitutto, il clima e la chiarezza espositiva delle problematiche, sia del sindaco Papasso che dell'assessore Gallo, impegnandosi a fare proprie le richieste, che ha ritenute sacrosante. Nel suo dire, il Commissario La Regina, ha raccontato che al suo insediamento al vertice dell'ASP di Cosenza, ha trovato "un'azienda desertificata, senza anima, senza una cultura aziendale e che aveva perso quasi il gusto di fare sanità". Quanto all'Atto Aziendale, ha riferito che è stato approvato in fretta per la prossimità di scadenza del termine per scongiurare la decadenza del commissario, ma che comunque è un atto aperto alle istanze dei sindaci. Chiaramente ha riferito anche in merito alla gestione dell'emergenza Covid-19, affermando che si sta lavorando per completare le vaccinazioni per poi passare alla programmazione di una sanità nuova senza interessi di parte. La visita del Commissario La Regina a Cassano, si è conclusa in Via Ponte Nuovo, dove ha potuto prendere cognizione dell'esistente. Soddisfatto per gli impegni assunti il sindaco Papasso.

Creato Venerdì, 16 Aprile 2021 17:30