Cosenza
 

Presentata con successo la rete federativa "Libertà Civica – Noi Popolari"

Grande partecipazione ed entusiasmo all'incontro nazionale online sul tema "Libertà civica e popolare che serve al nostro Paese", in occasione del battesimo della rete federativa nazionale Libertà Civica – Noi Popolari, che ha unito l'Italia dalle dolomiti alla Sicilia all'insegna della buona politica. Un evento storico per il mondo dei popolari, condiviso e partecipato. Numerosi gli apporti di donne e uomini testimoni della nuova rete civica e popolare che hanno dimostrato la volontà di credere in una possibile svolta e in un cambiamento di sostanza della politica, con la P maiuscola.

Libertà Civica – NOI Popolari nasce dalla fiducia, dal calore e dall'entusiasmo delle persone che sono chiamate ad animare sui territori questo percorso impegnativo, specie in questo tempo di gravi difficoltà per l'intera comunità nazionale. Fabio Gallo, Marco Zabotti, Andrea Aquilino e Andrea Bona hanno introdotto il meeting a distanza stimolando la partecipazione diretta alla cosa pubblica da parte di cittadini e liste civiche, con valori autentici e programmi concreti, di collaborazione in rete che mette in contatto e in sinergia le nuove centralità dei territori d'Italia, di grande e necessario cambiamento della classe dirigente per dare speranza specialmente alle giovani generazioni. L'incontro è stato anche l'occasione per la presentazione ufficiale del simbolo della rete federativa, che vede predominanti il colore blu, il rimando all'Europa, la scritta Libertà Civica, i loghi delle tre realtà che si collegano nel nuovo progetto – ItaliaInsieme.eu, Popolari Liberi e Forti e Movimento Noi – e la dicitura conclusiva Noi Popolari, proprio a testimoniare l'incontro tra realtà civica e ispirazione popolare, riferita in particolare a due grandi personalità del movimento cattolico come Giuseppe Toniolo e Luigi Sturzo.