Cosenza
 

L’appello di Franz Caruso alla classe politica regionale: “Non perdiamo i fondi dell’UE”

"Se è inammissibile perdere i corposi finanziamenti europei per la realizzazione della Metropolitana Leggera Cosenza, Rende –Unical, sarebbe delittuoso il solo pensare di perdere anche le risorse destinate alla costruzione del nuovo ospedale a Cosenza". E' quanto afferma il candidato a sindaco di Cosenza, Franz Caruso, che chiede all'intera classe politica calabrese di fare quanto è possibile per non lasciarsi sfuggire i fondi della metropolitana e, soprattutto, per mettere in scurezza quelli destinati al nuovo nosocomio, atteso dalla cittadinanza da oltre un decennio.

"I calabresi ed i cosentini in particolare – sostiene Franz Caruso - non possono permettersi di perdere risorse e finanziamenti per nessuna ragione, tanto più se questi sono destinati a realizzare strutture e infrastrutture indispensabili per rendere normale questa nostra terra. Abbiamo bisogno come il pane di una infrastruttura di mobilità capace di garantire nell'hinterland collegamenti sicuri e veloci. Se non piace l'attuale progetto di metropolitana leggera, che effettivamente appare obsoleto, che si chiami una task force di esperti in grado di lavorare velocemente a proposte migliorative e fattibili, che ci si sieda tutti intorno ad un tavolo, consiglieri regionali, amministratori comunali e provinciali, deputati e senatori e si inizi a discutere tutti insieme del problema per superare l'empasse e recuperare un finanziamento che oggi, purtroppo, appare perso. Non si può, infatti, far svanire nel nulla la possibilità di utilizzare milioni di risorse per la realizzazione di opere indispensabili per la normalizzazione di una Regione e di una Città che vive una condizione di sottosviluppo e di disservizi che è sotto gli occhi di tutti".

"Soprattutto – prosegue Caruso – difendiamo a tutti i costi le risorse accordateci dalla UE per la realizzazione del nuovo ospedale di Cosenza, che è in ballo anch'esso da anni ma che, divenuto oggetto di diatribe politiche assurde ed incomprensibili, potrebbe diventare l'ennesima occasione persa per fare gli interessi della collettività. La qual cosa sarebbe vergognosa soprattutto in materia di sanità, atteso che il nostro sistema sanitario, regionale e cittadino, è al collasso da tempo e che oggi, con l'emergenza pandemica non riesce addirittura a garantire il diritto alla salute contemplato nella nostra Carta Costituzionale, nonostante i medici e l'intero personale sanitario in servizio presso le nostre strutture operino con grande professionalità ed instancabile abnegazione".

"Chiedo con forza, pertanto, all'intera classe politica cosentina e calabrese, che davanti a temi così importanti e fondamentali per la vita pubblica, com'è quello della sanità, non può dividersi per questioni ideologiche e partitiche – conclude l'avv. Franz Caruso – di assumere come priorità la realizzazione del nuovo ospedale di Cosenza, dimostrando sul campo di riuscire a fare gli interessi della comunità che rappresentano".