Cosenza
 

San Giovanni in Fiore (Cs), associazione ‘Donne e Diritti’: “Stop a illegittimo recupero credito ticket”

"Sono arrivati, e continuano ad arrivare, a numerosi cittadini utenti e contribuenti sangiovannesi, soprattutto anziani, avvisi di pagamento, tramite l'agente di riscossione (Agenzia delle Entrate) per recupero crediti ticket derivanti dall'erogazione, avvenuta in certi casi a ridosso della prescrizione prevista decennale, di prestazioni sanitarie di Pronto Soccorso conseguenti ad accessi di Codice Bianco/verde, a favore dell'Asp di Cosenza.

L'Asp di Cosenza specifica che tali utenti che hanno ricevuto l'avviso di pagamento non risulterebbero nella condizione di "esente" prevista dalla normativa vigente, quando invece, lamentele a parte di tanti utenti, con documenti alla mano e tenendo conto dei riferimenti normativi in vigore, usufruirebbero del diritto all'esenzione ticket anche in presenza di codici bianchi e verdi.

Pertanto, come Associazione "Donne e Diritti" chiediamo al competente ufficio dell'Ente creditore, ossia l'ASP CS, un ulteriore controllo e verifica della correttezza dei dati e del dettaglio degli importi erroneamente richiesti.

No alle superficiali e facili vessazioni nei confronti dei cittadini utenti già fortemente bistrattati dagli inefficienti servizi sanitari".

E' quanto si legge in una nota dell'associazione 'Donne e Diritti'.