Rende (Cs), “Patria socialista”: “Basta commissari, ribadiamo nostro diritto al lavoro e alla salute”

"Lo smantellamento della sanità pubblica, così come del diritto costituzionale alla salute, è sotto gli occhi di tutti. Presidi medici locali vengono chiusi ed il personale specializzato rimane senza lavoro. In Calabria in special modo le logiche clientelari e mafiose si sommano a quelle del profitto dettate da questo sistema marcio, portandoci ad essere tra le ultime regioni di Europa in termini di servizi". È quanto c'è scritto in una nota.

"A tutto ciò si affianca una crisi economica devastante, che ha acuito il divario sociale, le disuguaglianze, la precarietà, la disoccupazione spogliando il capitalismo di tutte le belle maschere che ha provato ad indossare nei decenni. Ma non vogliamo più abbassare la testa dinanzi a questo mostro. Non possiamo più accettare la carità di qualche sussidio statale per sopravvivere. Abbiamo dignità, abbiamo orgoglio ed abbiamo determinazione – è la conclusione – solo la lotta paga, e solo con l'organizzazione la lotta può essere efficace. Per questo è sorta la nostra Legione di Patria Socialista Cosenza. Abbiamo bisogno di socialismo. La Calabria ha bisogno di Patria Socialista".

Creato Venerdì, 22 Gennaio 2021 20:03