Cosenza
 

Diamante (Cs), il sindaco Magorno vieta i “Covid hotel”. Ma c'è chi dice "no"

magornoernesto15aprIl sindaco di Diamante e senatore di Italia Viva Ernesto Magorno ha emesso un'ordinanza con la quale dispone "il divieto di conversione di strutture ricettive in Covid Hotel sul territorio comunale". L'atto, e' scritto in una nota, "e' stato emanato in quanto, pur essendo stato espresso dal Sindaco un primo parere sfavorevole a tale possibilita', si e' appreso dai media del possibile inserimento di una struttura di Cirella nella short list delle strutture alberghiere destinate dalla Regione Calabria ad ospitare soggetti positivi al Covid 19".

Nell'ordinanza emanata oggi sono specificate le motivazioni del divieto, "inerenti - prosegue la nota - le peculiarita' del territorio e i rischi relativi all'utilizzo di strutture che per loro natura non possono assicurare le necessarie misure di controllo, in un periodo nel quale, come si legge in premessa, l'andamento dell'epidemia sul territorio nazionale e regionale mostra ancora segnali preoccupanti e che in ragione di cio' i provvedimenti governativi da ultimo adottati pongono ulteriori limitazioni agli spostamenti delle persone in vista delle prossime festivita' natalizie".

Ad opporsi alla decisione è il "Comitato difesa ambiente di Diamante e Cirella", che, come scrive in un comunicato, è "fortemente contrario a questa scelta del sindaco di Diamante, nonchè senatore della Repubblica, che non segue le direttive del proprio Governo".
"A Roma vota per queste direttive e a Diamante fa nettamente il contrario – si legge in conclusione – nella situazione sanitaria grave che stiamo attraversando nella nostra zona, pensiamo che un piccolo ricovero per i malati di Covid sia assolutamente necessario e rifiutare una struttura che verrebbe attrezzata per queste evenienza è di una irresponsabilità gravissima che stigmatizziamo con tutte le nostre".