Cosenza
 

Unpli Cosenza: Elvira Sacco nominata delegata ai rapporti con la Soprintendenza

Nei giorni scorsi l'UNPLI di Cosenza attraverso il suo Presidente Antonello Grosso La Valle, come nel precedente mandato, ha deliberato il coinvolgimento di risorse umane "esterne", rispetto i rappresentanti istituzionali in carica, al fine di valorizzare la molteplicità delle realtà presenti. La gestione strategica nell'UNPLI provinciale di competenze e professionalità, oltre all'impegno valoriale nel mondo dell'associazionismo, ha inteso sostenere l'organizzazione – si legge in un comunicato stampa - nel raggiungimento dei propri obiettivi e finalità d'intenti con i vari territori e i soggetti pubblici- privati che vedono nel mondo delle Proloco un partner importante. L'Unpli di Cosenza aggiunge, così, un altro importante tassello al suo organigramma nominando la Presidente della Pro Loco di Lago, Elvira Sacco, quale "Delegata ai Rapporti con la Soprintendenza di Cosenza", nell'ambito delle azioni che riguardano l'indirizzo programmatico e progettuale dei Beni Culturali e paesaggistici.

La neo incaricata Sacco dichiara: "Un ruolo che accetto con orgoglio e senso di responsabilità e pertanto ringrazio con stima il Presidente provinciale Antonello Grosso La Valle per avermi concesso tale l'opportunità, sicura di ottenere insieme notevoli risultati. La passione e l'impegno in questo campo contraddistinguono la mia persona e perciò sono lieta di contribuire attraverso questo incarico alla promozione di nuove idee e progetti che vedono protagonisti le Pro Loco e il patrimonio storico culturale e paesaggistico della nostra regione".

Da parte sua il presidente Grosso La Valle, afferma: "L'approccio relazionale e l'impiego attivo di risorse esterne ha evidenziato negli ultimi anni la creazione di ruoli e responsabilità ben definiti attraverso le capacità necessarie per gestire azione e servizi che rappresentano la leva del mondo dell'associazionismo ma allo stesso tempo a palesato positive ricadute sul sistema organismo UNPLI". E aggiunge: "Questa nuova nomina darà ulteriore impulso e sarà da stimolo a nuove iniziative che vedono il mondo delle Proloco come il maggior organismo nella conoscenza e valorizzazione dei beni materiali e immateriali del Paese. E con l'obiettivo di creare sviluppo e crescita dei propri territori, offrendo un'immagine e un racconto di questa regione che nulla ha da invidiare alle altre ma ancora tutta da scoprire".