Cosenza
 

Morano Calabro (Cs), il Comune aderisce alla Giornata internazionale delle persone con disabilità

L'Amministrazione comunale aderisce alla Giornata internazionale delle persone con disabilità, che si celebra domani 3 dicembre 2020. La ricorrenza, istituita nel 1992 con la Risoluzione n. 47/3 dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite per sostenere la piena inclusione in ogni ambito della vita dei soggetti interessati e allontanare da essi ogni forma di discriminazione e violenza, promuovendone i diritti e il benessere, «rappresenta per l'esecutivo moranese - così l'assessore Mariagrazia Verbicaro - un'occasione per sensibilizzare il tessuto sociale sul tema dell'inclusione, intesa nel modo più ampio possibile e allargata a ogni settore della società, a cominciare dall'integrazione scolastica, che ne costituisce il primo e basilare tassello». «Rimaniamo in prima linea nella lotta contro i soprusi e le ingiustizie di un mondo che fatica a essere aperto e solidale – afferma Verbicaro. Per questo siamo vicini alle organizzazioni sociali che si occupano a vario titolo e competenza di disabilità e lavoriamo affinché nessuno si senta solo. Mai. E' il nostro motto e il nostro fine».

Il 3 dicembre, dunque, si conferma occasione propizia per ricordare alla collettività e agli organi politici cui è demandato il potere decisionale quanto sia importante saper valorizzare ogni individuo, abbattendo le barriere che sovente limitano diritti non negoziabili. «In un momento assai difficile per il Paese, come quello che stiamo attraversando causa emergenza sanitaria - dichiara il sindaco Nicolò De Bartolo – auspichiamo che anche un semplice stimolo alla riflessione possa sensibilizzare soprattutto le istituzioni centrali, deputate a governare i processi d'inclusione, ad operare per un concreto potenziamento dei servizi essenziali, su tutti l'accesso alle strutture sanitarie, mai come in questo particolare periodo storico così urgenti, e per garantire opportunità occupazionali, istruzione e fruibilità culturale ad ampio spettro. Ma lo si faccia con impegni precisi; mediante la rimozione degli ostacoli che giornalmente frenano il conseguimento di normali aspirazioni e la realizzazione dei progetti delle persone con disabilità. Per quanto ci riguarda – termina De Bartolo –, animati da un effettivo sentimento di inclusione, continueremo, oggi come ieri, a restare a fianco di chi lotta contro le ineguaglianza, le lentezze e le insufficienze del sistema».