Cosenza
 

Ufficialità del Consorzio di tutela "Fichi di Cosenza Dop", la soddisfazione del presidente provinciale della Cia Calabria Nord Luca Pignataro

Il presidente provinciale della Cia Calabria Nord Luca Pignataro si è detto soddisfatto per l'ufficialità del Consorzio di tutela "Fichi di Cosenza Dop". La Denominazione di Origine Protetta "Fichi di Cosenza" designa i frutti essiccati di fico domestico "Ficus carica sativa", appartenenti alla varietà "Dottato", che nella zona di produzione allo stato fresco si presentano di forma ovoidale, tendente al globoso, l'ostiolo è per lo più semiaperto, circondato da anello verde che con la maturazione tende sempre più al marrone. Una vera prelibatezza presente sul territorio.

" Quello del Consorzio dei Fichi di Cosenza è un risultato davvero importante - ha detto Pignataro - perchè attribuisce il giusto riconoscimento al prodotto, unico nel suo genere, tutelando le aziende che lo producono. E proprio la tutela delle stesse è l'obiettivo che da sempre Cia intende perseguire e di cui si fa promotrice". "Non solo - ha aggiunto Luca Pignataro - l'ufficialità del Consorzio, attribuisce una maggiore garanzia ed affidabilità al consumatore rispetto al prodotto da acquistare che risulta essere di altissima qualità".

Il Consorzio avrà un ruolo fondamentale, ovvero quello di controllare e garantire la tracciabilità e l'eccellenza del prodotto stesso."C'è un altro aspetto da non sottovalutare - conclude il presidente Pignataro - ovvero quello legato all'incremento dell'economia e del turismo. Il consorzio crea i giusti presupposti per la promozione a livello nazionale ed internazionale, in questo caso del fico, invogliando il potenziale turista alla scoperta di quei luoghi che propongono eccellenze enogastronomiche uniche al mondo, godendone non solo nel palato ma anche nella vista grazie alla bellezza dei luoghi legati al prodotto stesso che si intende valorizzare e divulgare".