Cosenza
 

Saracena (Cs), il 2 dicembre al via lo screening volontario anti Covid per la popolazione

Parte la campagna di screening per la popolazione residente a Saracena con i tamponi antigenici. Mercoledì 2 dicembre dalle ore 9.30 alle 14.30 su base volontaria in Viale del Lavoro chi vorrà potrà sottoporsi al monitoraggio proposto dall'amministrazione comunale per «evitare di andare fuori paese presso laboratori privati riducendo così al minimo le occasioni di contagio» spiega l'esecutivo guidato da Renzo Russo. Il costo di ogni tampone, inferiore rispetto al prezzo di mercato, è di 30€. Pur non avendo focolai attivi ma solo 4 contagi (due da test molecolari e due da test rapidi) l'amministrazione ha offerto questa opportunità a coloro che «vogliono stare tranquilli se hanno dubbi, a tutti coloro che vogliono farlo per tutelare i propri cari stando a contatto con tanta gente per motivi di lavoro o necessità».

Una risposta a chi delle opposizioni in questi giorni ha sollevato la polemica del businnes dei tamponi privati. «Abbiamo ben presente come intervenire in caso di focolai che ci auguriamo non si verifichino nel prossimo futuro. Invito, quindi, coloro che sono abituati a fare polemiche sempre e comunque a fare la propria parte e dare la propria disponibilità eventualmente a collaborare nel caso ce ne fosse bisogno. Perché la ricetta ideale per risolvere questa pandemia probabilmente l'abbiamo tutti, ma la soluzione vera, quella giusta e calata nella realtà vera, ad oggi non ce l'ha nessuno».

L'esecutivo ha tenuto altresì a comunicare che «l'esito negativo del tampone antigenico non da una patente di immunità, non da la possibilità di uscire tranquillamente e senza mascherina. Bisogna comunque rispettare le regole. Così come, invece, l'esito positivo del test antigenico ha bisogno di essere confermato con tampone molecolare disposto da Asp nei giorni successivi». Qualora si venisse a contatto in modo stretto (ne abbiamo spiegato il significato nei giorni scorsi) con un soggetto positivo si dovrà osservare comunque la quarantena obbligatoria di 14 giorni anche con esito negativo del proprio tampone.