Cosenza
 

Statuto, incontro fra Commissione e Polo Liceale Rossanese

La scuola è fucina di cittadinanza e, dunque, non può che essere interlocutore privilegiato nel momento in cui si sta costruendo l'identità della nuova città di Corigliano-Rossano. Con questa convinzione in queste settimane si è deciso di lanciare un percorso di coinvolgimento e interlocuzione con le scuole cittadine e dopo l'incontro con gli studenti dell'IIS L. Palma di Corigliano della scorsa settimana nella mattinata di venerdì 27 la Commissione Statuto ha incontrato gli studenti delle classi IV di tutti gli indirizzi del Polo Liceale Rossano.

Presenti il Dirigente Scolastico dott. Antonio F. Pistoia e gli insegnanti delle classi IV, che hanno avuto parole di apprezzamento per l'iniziativa, sottolineando l'importanza della sinergia fra istituzioni e mondo della scuola, in una fase così importante della vita cittadina. In particolare il dirigente Pistoia ha ribadito l'impegno dell'istituzione scolastica a concorrere alla riqualificazione e conoscenza dei due centri storici, con i saperi che gli studenti stanno acquisendo sul campo.

Presenti per la Commissione il Presidente Maria Salimbeni, che ha spiegato quanto sia importante il percorso di ideazione e realizzazione dello Statuto Comunale e quali siano i passaggi fondamentali per giungere alla sua realizzazione, il vice Presidente Isabella Monaco, che ha illustrato i motivi che hanno spinto la Commissione a coinvolgere gli studenti in quanto portatori di diritti e doveri e protagonisti della vita politica del domani e il consigliere Mattia Salimbeni, che ha sottolineato l'importanza di attivare a breve la Consulta Giovanile del Comune di Corigliano-Rossano. Assente per motivi di lavoro il consigliere Gennaro Scorza.

I veri protagonisti dell'incontro sono stati i giovani studenti delle classi quarte coordinati da Saverio Forciniti, rappresentante nel Consiglio di Istituto e Quintino Berardi, rappresentante nella Consulta Provinciale Studentesca, che hanno diretto i lavori dell'incontro. Al centro dei loro interventi la richiesta che le istanze del mondo studentesco possano poi incidere concretamente sui processi amministrativi e che lo Statuto ridefinisca la nuova realtà cittadina, riconoscendo e valorizzando il principio delle pari opportunità ed inserendo elementi di innovazione e di strumenti di partecipazione in cui i giovani possano realmente essere ascoltati e concorrere alle scelte dell'Ente.

Alla fine dell'incontro gli studenti hanno deliberato la preparazione di un documento ufficiale, contenente le loro istanze, che sarà consegnato alla Commissione Statuto.