Cosenza
 

Castrovillari, firmate le convenzioni con i beneficiari della misura 411 del Gal Pollino per ammodernare le aziende agricole

"Sono state firmate le convenzioni con i beneficiari della misura 411 del Gal Pollino per investimenti di ammodernamento e ristrutturazione che riguardano le aziende agricole e il miglioramento della loro competitività sul mercato e per la sostenibilità ambientale."

Lo rende noto il presidente del Gal e Sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito, il quale precisa che "sono ben 9 le Aziende selezionate per un totale di investimenti pari a 870mila euro."

"I progetti- aggiunge- si riferiscono ad interventi di sviluppo delle micro-filiere inserite nel PAL (S.A.P) che riguardano la Lenticchia di Mormanno, il Fagiolo Poverello Bianco, i Piccoli Frutti, il Latte e Derivati nonché i Cereali Minori (Farro, Orzo e Segale). L'azione prevede – fa presente Lo Polito- anche la realizzazione di mini caseifici per la valorizzazione di prodotti lattiero caseari di nicchia, d' impianti per piccoli frutti (mirtilli, ribes, more ed altro) come per il fagiolo poverello e la lenticchia di Mormanno; le Aziende si doteranno di attrezzature per la meccanizzazione delle fasi di coltivazione, conservazione, trasformazione e commercializzazione di tali eccellenze e verranno avviate pure le produzioni dei "cerali minori", (Farro, Orzo e Segale), ottimizzate grazie alla dotazione di un piccolo impianto di molitura (Molino a pietra) per la creazione di farine e derivati dalle materie prime del Territorio. Gli investimenti saranno sostenuti con un contributo pubblico di 470mila euro."

"Nonostante, poi, il particolare momento, che stanno vivendo le attività imprenditoriali del settore primario, il Gal- ricorda Domenico Lo Polito-, pur in presenza di ritardi burocratici sopravvenute dopo la pubblicazione del bando nel Febbraio 2019, resta saldamente a fianco alle capacità agricole ed alle imprese dell'Area rendendo possibile, con dedicazioni, la realizzazione di opportuni investimenti, fondamentali per quella dinamicità che ha sempre connotato le nostre intraprese, bisognose, però, di adeguati accompagnamenti. Oggi possiamo dire- conclude il presidente del GAL- di essere pronti alla realizzazione della strategia di sviluppo rurale progettata nel Piano di Azione Locale denominato "Sostenibilità in Area Protetta" che tanto può concorrere a quella del nostro comprensorio. Siamo sicuri, naturalmente, che le capacità d'impresa che si sono messe in gioco riusciranno a completare gli investimenti nei tempi previsti dalle convenzioni (12 mesi) per contribuire alla crescita del settore agricolo e, nel contempo, a quella occupazione che genera nel tramandare metodiche,consuetudini e tradizione."