Cosenza
 

Rende, Morrone e De Rose richiedono un consiglio comunale straordinario

"E' necessario porre con forza all'attenzione di tutti i livelli istituzionali alcune questioni che, dibattute da tempo, sembrano aver subito una battuta di arresto negli ultimi tempi. Tra queste, per prime, riteniamo urgente ridare impulso alla questione relativa alla realizzazione del Nuovo Ospedale pubblico che dovrà sostituire l'attuale presidio dell'Annunziata ed alla questione trasporto pubblico e mobilità all'interno dell'area urbana.

Questioni che si impongono, oggi più che mai, all'attenzione della politica e di tutte le istituzioni coinvolte, come temi urgenti e strategici sui quali è necessario compiere il massimo sforzo per accantonare divisioni e campanilismi che non agevolano il percorso di realizzazione.

La questione della nuova struttura sanitaria, della cui necessità non vi è dubbio già da molti anni, diventa drammaticamente attuale in questo periodo emergenziale, ed impone di essere affrontata risolutivamente anche cogliendo l'opportunità delle ulteriori risorse previste per la spesa sanitaria.

Allo stesso modo attuale ed urgente risulta la questione del trasporto pubblico, data la sostanziale incertezza circa la effettiva realizzazione della metro Cosenza-Rende-Unical, L'incertezza sulla metro consiglia di fare il punto della situazione e valutare ogni possibilità di non perdere i finanziamenti europei anche ricorrendo ad eventuali proposte alternative e/o complementari alla stessa, valutando una maggiore integrazione tra un trasporto pubblico moderno, efficiente, flessibile e meno invasivo, ed un sistema di mobilità individuale sostenibile che interessi tutto il territorio urbanizzato dell'intera area urbana.

Per queste ragioni riteniamo che possa e debba partire da Rende quel necessario impulso per sensibilizzare e giungere al più presto a posizioni chiare, condivise e forti, tra tutti i soggetti istituzionali coinvolti.

Solo in questo modo si può sperare di arrivare a concretizzare in tempi ragionevoli opere che sono

fondamentali e strategiche per tutti, sulle quali occorre sforzarsi di trovare una visione che sia più d'area urbana e meno municipalistica e campalistica.

Per questo abbiamo formulato una richiesta di consiglio comunale che è rivolta a tutti i consiglieri di Rende (senza distinzione alcuna, tra maggioranza e minoranza) al Presidente del Consiglio ed al Sindaco Manna, per far ripartire da Rende la discussione e dare nuovo impulso a queste questioni, che sono le prime di altre importanti che seguiranno.

Abbiamo già raccolto sostegno a questa iniziativa, sia in minoranza che da colleghi della maggioranza, e siamo fiduciosi che su questioni così importanti si possa svolgere un confronto serio, sereno e utile, soprattutto a Rende.

Ai proponenti e primi firmatari Massimiliano De Rose e Michele Morrone, hanno già dichiarato di volersi aggiungere anche Enrico Monaco (sempre per la minoranza) ed altri di maggioranza tra i quali Luigi Superbo, Giovanni Gagliardi mentre altri potranno ancora aderire nei prossimi giorni, restando depositata la richiesta presso la Presidenza del Consiglio per le ulteriori eventuali adesioni di chi lo riterrà".

E' quanto affermano in una nota Massimiliano De Rose, Open Politica aperta Rende, e  Michele Morrone, Innova Rende.