Cosenza
 

Cosenza, sequestrano figli di imprenditore a scopo di estorsione: i tre arrestati respingono le accuse

polizia volanteHanno risposto alle domande del gip e hanno respinto tutte le accuse, le tre persone arrestate lunedi' scorso dalla polizia a Cosenza, con l'accusa di aver rapito due minori a scopo estorsivo. Stamattina, riporsi e' tenuta l'udienza di convalida degli arresti. I tre, Laura Spampinato, Francesco e Daniele Bevilacqua, tutti trentunenni, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, avrebbero prima malmenato un mobiliere del Catanzarese, dopo avergli dato un appuntamento a San Lucido, e poi sequestrato i due figli portandoli a Cosenza. I tre avrebbero chiesto denaro come ritorsione per il ritardo nella consegna di alcuni mobili. La procura di Cosenza ha chiesto la convalida dell'arresto e la detenzione in carcere. Per domani e' attesa l'ordinanza del giudice. (Agi)