Cosenza
 

Gal Sila: riunita l'Assemblea del Partenariato

Giovedì 4 giugno l'Assemblea del partenariato del Gal Sila Sviluppo ha rinnovato la fiducia al Consiglio di Amministrazione confermandolo in blocco per i prossimi tre anni che coincidono con la scadenza dell'attuale programmazione prevista per il 2023. L'incontro si è tenuto in video conferenza ed è stato il Presidente Antonio Candalise ad introdurre i lavori, ripercorrendo le fasi che hanno consentito la costituzione del Partenariato sociale e la stesura e l'approvazione del Piano d'azione locale a valere sulla misura 19 del Psr Calabria. Candalise ha sottolineato che questi tre anni di attività del CdA sono stati caratterizzati da vivaci discussioni di merito ma nel totale rispetto della dialettica civile e dei rispettivi ruoli. Un CdA altamente qualificato, rappresentativo dei comuni e del Parco Nazionale della Sila nella quota Pubblica e delle associazioni di categoria nella quota Privata che è maggioranza.Il Presidente ha illustrato lo stato di attuazione del PAL evidenziando come il CdA abbia approvato la quasi totalità dei bandi delle misure in esso contenuti, sottoponendoli all'attenzione dell'Organo regionale per il parere di coerenza. Due le graduatorie definitive approvate 16.3.1 e 6.4; due provvisorie 4.1.1 e 6.2 per le quali si è in attesa del parere regionale. Un bando 4.1.1 e' al vaglio della commissione di valutazione ed il bando 16.4.1 sulla filiera corta e' in corso di pubblicazione. Approvati anche i progetti esecutivi relativi alla cooperazione interregionale tra GAL a valere sulla misura 19.3. Candalise ha ringraziato inoltre la Struttura tecnica per l'impegno profuso, non dimenticando nessuno, gli amministrativi, il RAF, l'Animatore e soprattutto il Responsabile del Piano il Direttore Francesco De Vuono. Nel prosieguo della relazione, il Presidente ha sottolineato il ruolo del Gal come Agenzia di sviluppo locale ricordando alcune delle attività svolte nel periodo di riferimento: "Sapori e Colori" un festival culturale storicizzato che ha coinvolto l'area montana ricadente lungo le sponde dei laghi silani; le iniziative per fronteggiare l'emergenza economica covid 19 che stanno vivendo le imprese del territorio "Cibo fresco e sano a domicilio" e "Adotta una mucca silana". Soprattutto ha sottolineato l'impegno del Gal nelle politiche di coesione e di aggregazione degli attori territoriali culminate con il riconoscimento da parte del Mibact del Distretto turistico dell'Altopiano, unico in Calabria, che ha coinvolto 28 Comuni di area montana e diverse reti d'impresa.

Candalise ha poi ringraziato il Direttore De Vuono per il ruolo che sta svolgendo anche come referente tecnico per l'elaborazione del documento di strategia nazionale per le Aree Interne per l'area pilota Sila e presila crotonese e cosentina. Nell'incontro è stato approvato anche il Bilancio per l'Esercizio 2019. Inoltre è stato dato mandato al CdA di provare a riattivare il Distretto Rurale, nato e riconosciuto dalla Regione ma mai partito perchè non strutturato. L'idea è quella di far coincidere la Governance del Distretto Rurale con quella del Gal, visto che i soggetti che lo compongono sono pressocche' i medesimi, questo per non far perdere occasioni alle imprese del territorio perchè a quanto pare, ha concluso il Presidente, c'è volontà da parte del governo di dare impulso a questi strumenti attraverso i Distretti del Cibo.