Cosenza
 

Cassano allo Ionio aderisce alla manifestazione di interesse per la Campagna di Censimento degli immobili di proprietà pubblica contenenti amianto

Il Comune di Cassano All'Ionio, ha aderito, con una manifestazione di interesse, alla Campagna di Censimento degli immobili di proprietà pubblica contenenti amianto e alla pre-adesione relativa alla procedura finalizzata alla concessione di contributi per la rimozione e lo smaltimento dei manufatti contenenti amianto. L'atto, formalizzato a firma del sindaco Gianni Papasso, è stato trasmesso al Dipartimento Ambiente e Territorio della Regione Calabria. La manifestazione di interesse in questione, consta in particolare, di tre schede elaborate per favorire l'accertamento e la valutazione, da parte dell'istituzione competente di riferimento, della presenza di manufatti contenenti amianto presso gli edifici e gli impianti interessati, di cui uno confiscato alla criminalità organizzata e da tempo acquisito al patrimonio dell'ente locale. Le schede trasmesse sono corredate dalle relative planimetrie, da relazioni fotografiche e da visure catastali. Ne hanno dato comunicazione, il sindaco Gianni Papasso e l'assessore delegato ai lavori pubblici e all'ambiente, Leonardo Sposato. E' appena il caso di ribadire che l'amianto è cancerogeno.

Può provocare diversi tumori che si generano a causa dell'inalazione delle sue fibre che rimangono all'interno dell'organismo e non riescono ad essere eliminate neanche dopo molti anni. All'esposizione alle fibre di amianto sono, infatti, associati diversi tipi di tumore altamente maligni e l'asbestosi grave malattia del sistema respiratorio con complicazioni cardiocircolatorie. La rimozione e la relativa bonifica dei siti interessati dalla presenza di amianto, apporta, pertanto, benefici all'ambiente e alla salute pubblica.