Cosenza
 

Vaccarizzo Albanese, il sindaco Pomillo: "Pasqua e Pasquetta in casa per riscoprire sentimenti e identità"

Se c'è un aspetto positivo che in questa come in tutte le crisi possiamo dire di aver comunque riscoperto, condiviso e rivalutato è sicuramente il valore dei sentimenti, degli affetti, delle relazioni e delle emozioni autentiche delle nostre famiglie e dei nostri amici vicini ed oggi tutti fisicamente lontani;insieme a quello delle nostre comunità e dei nostri territori. Il cambio radicali di abitudini e di prospettive che ha attraversato ciascuno di noi, dalle grandi città ai piccoli centri dell'entroterra, ci ha di fatto esortato a riconsiderare con occhi, cuore e mente diversi il senso vero del contatto umano e la forza della nostra storia e dell'identità comune. Penso sia, questa, una delle eredità spirituali più belle che, pur tra le mille difficoltà di questa triste pagina nazionale, possiamo portarci oltre l'emergenza. Con ottimismo e voglia di ripartire.

È quanto dichiara il Sindaco di Vaccarizzo Albanese, Antonio Pomillo, rivolgendo a nome suo personale e dell'Amministrazione Comunale gli auguri di buona Pasqua a tutta la comunità ed ai concittadini residenti in altre regioni d'Italia, d'Europa e del mondo.

A tutti loro – continua – rivolgo l'auspicio di poter condividere presto le esperienze e le emozioni che il patrimonio delle nostre tradizioni ci tramanda, a partire dagli eventi della Settimana Santa che quest'anno, come tutti, non abbiamo purtroppo potuto rivivere per le vie le piazze del nostro salotto diffuso.

Il Sindaco coglie inoltre l'occasione sia per informare che, conclusa la prima fase di erogazione dei buoni spesa alle famiglie beneficiarie, si proseguirà martedì 14 con la seconda fase, sia per ringraziare il Presidente regionale del Banco Alimentare Calabria Franco Falcone per la donazione dei pacchetti spesa e i volontari dello Sprar cittadino che ha consentito la materiale consegna alla famiglie bisognose.

Nel ribadire, infine, che soprattutto per le giornate di domenica 12 e lunedì 13, saranno intensificati i controlli da parte delle forze dell'ordine per garantire il rispetto delle limitazioni e prescrizioni prorogate su scala nazionale fino alla prossima domenica 3 maggio, il Primo Cittadino ricorda che nessuna forma di assembramento di nessun tipo, tanto meno per festeggiare Pasqua e Pasquetta, è consentita e che resta vigente il divieto assoluto di uscire di casa, salvo i limitati casi di comprovata necessità (come ad esempio urgenti motivi di salute).