Cosenza
 

Cosenza, D’Ippolito (FdI): “Spostamento della sede Inps in via Miceli? Chiesta al Comandante della Polizia Municipale l'istituzione della sosta a tempo”

"Lo spostamento della sede Inps da via Isonzo a via Miceli, sta causando non pochi problemi per i cosentini. Ingorghi, nessun parcheggio e tempi di percorrenza che si dilatano nel tempo di chi spera di attraversare il centro cittadino nel più breve tempo possibile. Esprimo seria preoccupazione per il trasferimento degli uffici, rilevando che non sono pochi i disagi causati dalla dislocazione, non solo per i cittadini, ma, soprattutto per gli abitanti del quartiere. Aver trasferito la sede dell'Inps da una zona ormai nota, via Isonzo appunto, a una strada in un certo senso "secondaria" determinerà inevitabilmente un aggravio notevole del traffico già gravemente congestionato su via Misasi. I disagi saranno in primis nei confronti dei residenti di via Miceli, in quanto è divenuta invivibile a causa della necessità di creare dei parcheggi a strisce gialle da mettere a disposizione dei disabili che necessitano di recarsi presso gli uffici Inps, poi di riflesso nei confronti di chi vive o transita tutte le strade adiacenti. Aggiungasi che l'Inps dell'intera questione non ha fatto nessuna comunicazione a Palazzo dei Bruzi. Può l'Inps arbitrariamente trasferire la propria sede, senza tenere nel debito conto la normativa che regolamenta i parcheggi e senza, soprattutto, informarne l'Amministrazione Comunale? Chiedo, pertanto, al Dirigente della Polizia Municipale, Arch. Giuseppe Bruno, di poter istituire nell'area di via Miceli su cui insiste la nuova sede Inps, un'apposita sosta a tempo, per consentire da un lato all'utenza di recarsi negli uffici, dall'altro di concedere la possibilità ai residenti di poter poi utilizzare tale zona nelle ore in cui gli uffici sono chiusi. Ho chiesto di rivedere la percentuale dei parcheggi della zona interessata, nonché verificare l'opportunità di emanare una specifica ordinanza per le aree di sosta dedicate ai disabili che vennero istituite in via Isonzo e che ora non sono più utilizzate, riconvertendole in parcheggi a pagamento, e di istituire nei pressi di via Piave e via Isonzo almeno uno strallo da destinare al parcheggio delle due ruote". Lo afferma Giuseppe d'Ippolito, capogruppo di "Fratelli d'Italia" Comune di Cosenza.