Celluloide
 

Magna Graecia Film Festival, domani la serata-evento con Paolo Bonolis

Settima e penultima giornata, domani, venerdì 6 agosto 2021, della 18esima edizione del Magna Graecia Film Festival che si tiene – a ingresso gratuito fino a esaurimento posti - fino all'8 agosto a Catanzaro, ideato e diretto da Gianvito Casadonte.

Nove giorni di proiezioni e incontri che abbracciano idealmente tutta la città, dal mare fino al centro storico del Capoluogo calabrese. Domani, alle ore 18:00, presso il Supercinema a Catanzaro, la masterclass dei registi Peter Greenaway e Saskia Boddeke. I due coniugi racconteranno la carriera del regista e pittore gallese, autore di tanti capolavori quali 'I misteri del giardino di Compton House', 'Il ventre dell'architetto' e 'I racconti del cuscino'. L'incontro con i due cineasti continua alle ore 21:00 con la proiezione del film 'L'alfabeto di Peter Greenaway', un ritratto intimo di Greenaway, diretto dalla moglie Saskia Boddeke, che scava in quella che è una delle menti più multiformi e interessanti del cinema e dell'arte contemporanea. Con l'aiuto dell'amata figlia Pip, il cineasta costruisce un alfabeto che rappresenti la sua personalità e i suoi pensieri sull'arte e sulla vita.

La serata di domani all'Arena del Lido di Catanzaro si apre alle ore 21:00 con l'evento speciale dedicato a Paolo Bonolis, per la presentazione del suo libro 'Perchè parlavo da solo', edito da Rizzoli. Moderatore d'eccezione dell'incontro, il giornalista, autore e saggista Giovanni Minoli. Da sempre Paolo Bonolis parla da solo. Lo fa per ritornare sui propri pensieri, elaborarli, e per capirci di più: sul mondo, sulla felicità, sulla televisione, sull'amore e la famiglia, sulla tecnologia, sullo sport, sulla romanità, sulla religione e sulla politica. Negli anni, da queste riflessioni ad alta voce sono nate delle pagine di appunti scritti che ora aprono i diciotto capitoli del suo primo libro, un tesoro intimo, meditato e prezioso da consegnare ai suoi figli e al suo pubblico. A seguire, alle ore 22:00, la proiezione del lungometraggio 'Sul più bello' di Alice Filippi, che sarà presentato dalla stessa regista e dagli attori Gaja Masciale e Jozef Gjura. Il film, interpretato anche da Ludovica Francesconi, Giuseppe Maggio, Eleonora Gaggero, Franco Ravera e Gianni Bisacca racconta di Marta è bruttina e sa di esserlo. Per di più soffre di una rara malattia che non le permetterà di invecchiare, e che può essere scatenata da mille fattori esterni. Ma non si lascia avvilire e affronta la vita scegliendo di vedere sempre il bicchiere mezzo pieno, aiutata dai suoi migliori amici Federica e Jacopo, entrambi gay, con cui vive in una sorta di simbiosi. Il suo lavoro è leggere gli annunci delle offerte al microfono di un supermercato in modo così accattivante che i clienti, senza nemmeno vederla, la riempiono di richieste di appuntamenti: perché Marta, per sua stessa ammissione, esprime meglio il proprio sex appeal dietro un microfono, o dietro una tastiera...

Alle ore 21:00, presso il Chiostro del Complesso San Giovanni, nell'ambito della sezione Sguardi di Calabria, la proiezione del film 'Nido di seta' di Vittore Ferrara. Interpretato da Miriam Pugliese e Domenico Vivino, è la storia di tre ragazzi Miriam, Giovanna e Domenico che dopo essere partiti all'estero in cerca di lavoro, sono ritornati in Calabria e hanno riscoperto il fascino di un'arte antica tramandata dai loro Avi: la gelsibachicoltura, ovvero l'allevamento dei bachi da seta. Una storia d'amore nei confronti della nostra terra, una piccola via della seta calabrese che è ritornata a vivere. A seguire, alle ore 21:30 la proiezione di '100 anni di Calabria tra piccolo e grande schermo', un documentario dal vivo di Luca Martera, che sarà presente alla proiezione. Come è stata raccontata la Calabria al cinema e in televisione? Cos'è cambiato nella sua rappresentazione dal remoto "Il lupo della Sila" al più recente "Padrenostro"? Un divertente, scandaloso e affascinante viaggio tra Storia, letteratura, antropologia, mass-media, attraverso una selezione delle sequenze più significative tratte da film, speciali tv e documentari italiani e americani dal secondo dopoguerra fino ai giorni nostri.

I film in concorso saranno giudicati da tre, autorevoli Giurie. La giuria delle opere prime e seconde nazionali sarà composta da Pappi Corsicato (presidente), Marco Bocci, Ivan Carlei, Francesco Ghiaccio, Claudio Noce e Teresa Saponangelo; la giuria della sezione internazionale da John Savage (presidente), Gianluca Guzzo e Caterina Shulha; la giuria dei documentari da Gloria Giorgianni (presidente), Luca Martera e Roberto Orazi. Il Magna Graecia Film Festival aderisce anche alla rete dei festival sostenibili e plastic free - per sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema della tutela dell'ambiente, dei borghi e delle spiagge - sposando la campagna promossa da Agis e Italiafestival.

Modalità di ingresso
Per accedere agli eventi serali, occorrerà prenotarsi gratuitamente sulla piattaforma liveticket.it. Per le masterclass sarà necessario inviare una e-mail con i propri dati a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Chi non seguirà la procedura, potrà accedere agli eventi solo in caso di posti rimasti disponibili. Il pubblico dovrà esibire il green pass o il referto di un tampone molecolare o antigenico effettuato nelle ultime 48 ore.

Si ricorda che da domani, 6 agosto, in ottemperanza, alle disposizioni governative nazionali, per partecipare a tutti gli eventi del Festival sarà necessario esibire il Green Pass. Le misure anti-Covid sono predisposte nel rispetto delle disposizioni nazionali vigenti.