Al via il XVII Magna Graecia Film Festival: in apertura video dedicato alla memoria del maestro Morricone

Con un minuto di raccoglimento per commemorare le vittime della pandemia si e' aperto il Magna Graecia Film Festival. La diciassettesima edizione della kermesse, ideata e diretta da Gianvito Casadonte, e' iniziata all'insegna della ripartenza, della voglia di guardare al futuro con consapevolezza e ottimismo. La serata si e' svolta in sicurezza, nel pieno rispetto delle disposizioni anticovid, in un'area porto riorganizzata con sedute distanziate e controlli della temperatura all'ingresso.

Anche quest'anno Carolina Di Domenico alla conduzione del festival che ieri ha preso ufficialmente il via. Sul palco, in apertura, il direttore artistico Gianvito Casadonte ha ripercorso i momenti salienti delle 17 edizioni del festival attraverso un video dedicato alla memoria del maestro Morricone.

"Il Magna Graecia Film Festival - ha detto - e' un sogno diventato realta' che ha come obiettivo il racconto libero della nostra societa'. Il festival delle opere prime e seconde riserva il giusto spazio ai giovani e talentuosi registi che coraggiosamente raccontano la vita ed il nostro paese. Il grande cinema e' ormai di casa in Calabria, le mie congratulazioni vanno a Giovanni Minoli, nominato dalla presidente della Regione Calabria, Jole Santelli, commissario straordinario della Calabria Film Commission. Sono certo che grazie a queste scelte di alto profilo la nostra terra si aprira' a nuovi mercati del cinema e dell'audiovisivo a livello nazionale ed internazionale".

Durante la prima serata sono intervenuti il sindaco di Catanzaro Sergio Abramo ed il presidente del Consiglio comunale Marco Polimeni, che hanno ribadito l'importanza della manifestazione cinematografica che ogni anno contribuisce allo sviluppo turistico e culturale.
"Catanzaro - ha affermano Abramo - ha deciso di ripartire dopo il periodo di lockdown garantendo a tutti i cittadini la possibilita' di partecipare, in totale sicurezza, ad eventi straordinari come il Magna Graecia Film Festival. Casadonte sta gia' lavorando anche al cartellone del Teatro Politeama che rappresenta per la citta' il cuore della cultura e dello spettacolo".
"Il Magna Graecia Film Festival promosso da Gianvito Casadonte - ha sottolineato Polimeni - contribuisce a veicolare un'immagine positiva della Calabria in Italia e all'estero ed e' un'occasione importante di promozione per il nostro territorio".

Al Mgff primo red carpet per l'attrice Barbara Chichiarelli, madrina dell'edizione 2020, e per attori ed amici del festival, tra questi Alessandro Haber, Dino Abbrescia, Susy Laude ed Antonio Catania. Protagonista della serata e' stato Marco Bocci che ha presentato "A Tor Bella Monaca non piove mai", il suo primo film da regista. Una storia ambientata nella periferia romana, dove si cresce arrabbiati e il piu' delle volte in seno al pregiudizio. Una pellicola nata dalla voglia di descrivere e raccontare in maniera diversa un quartiere periferico che nel tempo e' cambiato molto e che ha colpito nel profondo Bocci al punto tale da spingerlo a scrivere e realizzare un film. Bocci, attore e regista, e' stato insignito del premio Silvio Vigliaturo, consegnato sul palco dall'assessore comunale al Turismo Alessandra Lobello e da Tommaso Megna. L'attore nel suo intervento ha ringraziato il Magna Graecia Film Festival per la grande opportunita' che riserva ai giovani registi e ha ribadito il forte legame con Catanzaro e la Calabria abbracciando idealmente tutto il pubblico presente.
A seguito della proiezione del film si e' svolto il consueto dibattito, moderato dal giornalista Antonio Capellupo, che ha messo ulteriormente in evidenza il coraggio di una pellicola che e' riuscita a raccontare la bellezza e le difficolta' di un quartiere periferico di Roma, troppo spesso dimenticato.

La XVII edizione del Magna Graecia Film Festival, dedicata a Federico Fellini e Alberto Sordi, continuera' fino all'8 agosto con proiezioni, masterclass e dibattiti.

Creato Domenica, 02 Agosto 2020 17:53