Catanzaro
 

Covid-19, Cosco (primario ospedale “Pugliese” di Catanzaro): “Numeri preoccupano, cambiare passo per venirne fuori”

"Visti i numeri, c'è una certa preoccupazione. Fortunatamente l'aumento dei contagi riguarda i soggetti più giovani, che notoriamente vanno meno incontro al ricovero, e questo vale anche per i vaccinati. Però se non si cambia passo, se non si cambia mentalità, non ne veniamo più fuori". Così all'AdnKronos il dottor Lucio Cosco, primario Malattie infettive dell'ospedale 'Pugliese' di Catanzaro, a proposito del rischio per la Calabria di trascorrere il Natale in zona gialla dopo il superamento della soglia del 10% nelle terapie intensive con trend di crescita.

"Non so se passeremo un brutto Natale- osserva- spero di no, sicuramente non come quello dell'anno scorso. Ma ciò che mi preoccupa non è tanto come passeremo il Natale, mi interessa poco, a me interessano i malati e i morti". "Io mi aspetto - conclude il dottor Cosco - che tutti quanti comincino a ragionare in maniera seria, vaccinandosi e usando sempre le solite precauzioni. Bisogna mettere la testa a posto, e allora non avremo problemi, altrimenti non possiamo prendercela con nessuno o lamentarci".