Catanzaro
 

I Giovani Democratici di Lamezia Terme al fianco dei lavoratori Eurospin

"Venerdì mattina a Lamezia si è tenuto un nuovo presidio da parte di dipendenti di supermercati, questa volta non quelli di un solo punto vendita, e non solo lametini: sono stati i lavoratori Calabresi della catena Eurospin Sicilia SPA a manifestare.

Protocolli anti covid non rispettati, trasferimenti arbitrari dalla sede di lavoro, spesso anche a molti km di distanza, con non pochi problemi e disagi e, per finire, dipendenti posti a svolgere mansioni non previste dal loro contratto, come pulizia e sanificazione dei locali, che dovrebbero essere affidate ad una ditta esterna.

Come abbiamo già fatto nella triste vicenda dei dipendenti Carrefour, vogliamo ribadire nuovamente come questi lavoratori, che durante la pandemia sono stati essenziali, in prima linea spesso senza le adeguate protezioni, siano troppo spesso sfruttati o dimenticati.

Non ci stupisce, che a meno di un mese ci sia stata una nuova mobilitazione, ma questa volta non in solo supermercato, bensì nell'intera catena, che ha scelto Lamezia come punto di ritrovo per denunciare. Quello del commercio e della GDO è un settore dove lo sfruttamento e la violazione dei diritti dilagano, spesso con minacce e con violenze, dove molti hanno paura di denunciare gli abusi temendo ritorsioni. Siamo ancora all'inizio degli effetti negativi di questa pandemia e se il futuro dal punto di vista occupazionale non sarà roseo, siamo preoccupati che a pagarne il prezzo più alto siano sempre gli stessi.

Noi pensiamo che non sia più possibile e accettabile che questi lavoratori, sfruttati dai padroni e dimenticati dalle agende politiche, debbano continuare a subire qualsiasi violazione dei diritti e vessazioni, ed è per questo, in un contesto dove il lavoro non è più al centro del dibattito, che ci sentiamo di ribadire con forza che questo tema deve ritornare fondamentale, soprattutto a casa nostra, soprattutto nella sinistra, si deve ritornare a stare al fianco delle categorie più a rischio, ascoltarle, capire i loro problemi e tutelarle.

Soprattutto nei momenti di crisi vanno difesi i diritti dei lavoratori, onde evitare il rischio di innescare un conflitto tra chi ha un lavoro e chi non ce l'ha. Per anni come sinistra non solo non abbiamo più difeso questi diritti ma in nome della ''flessibilità'' abbiamo contribuito alla precarizzazione. Forse è arrivato il momento di fare una riflessione.

Ci auguriamo dunque che i dipendenti della catena Eurospin Sicilia SPA, vedano riconosciuti i loro diritti, ed esprimiamo loro la nostra vicinanza più sincera nella speranza che cambi qualcosa ricordando che, come tutti i lavoratori salariati, hanno un diritto fondamentale per noi inviolabile: un lavoro dignitoso e umano". Lo afferma una nota dei Giovani Democratici di Lamezia Terme.