Depurazione, l’assessore Longo: “Dal Pd di Catanzaro falsità e strumentalizzazioni”

"Sul depuratore il Pd di Catanzaro continua a ripetere falsità e strumentalizzazioni dettate, molto probabilmente, da qualche ingegnere risentito per non aver fatto in tempo ad aderire al bando di concorso per la progettazione del nuovo impianto. Mi spiace, però, che un partito che vorrebbe essere serio, si presti a giochetti del genere che hanno un unico scopo: confondere i cittadini con dichiarazioni prive di qualsiasi fondamento.

Lo dico una volta per tutte: il depuratore non rischia il collasso perché negli ultimi due anni l'amministrazione guidata dal sindaco Sergio Abramo ha investito, per potenziarlo e migliorarlo nelle more di realizzare il nuovo impianto, una somma vicina superiore al milione di euro. Interventi, quelli già realizzati, concordati e finanziati dalla Regione. Forse il Pd ha dimenticato che quest'estate non ci siano stati problemi di nessun genere al depuratore.

"Il Pd, ancora, continua a ripetere il ritornello la storia della procedura di infrazione: non è vero niente, ma non può nemmeno passare che un partito o, meglio, chi si nasconde dietro la sigla di un partito, possa sostituirsi alle Autorità competenti per il controllo del corretto funzionamento dell'impianto: dall'Arpacal in su, l'efficienza e l'efficacia del sistema di depurazione vengono controllati periodicamente secondo quanto prescrive la legge.

Quanto ai lavori da 345mila euro di cui parla ancora il Pd, si tratta di una procedura programmata da tempo da questa amministrazione, che ha sempre saputo individuare le somme necessarie nonostante la generale esiguità di risorse. Il bando di gara è in scadenza il prossimo 17 marzo e negli ultimi giorni diverse ditte partecipanti hanno eseguito un sopralluogo. Con queste opere, che vale la pena ripetere erano tutte programmate, sarà bonificata una vasca di smaltimento e verranno potenziate l'ossidazione, sostituite le tubazioni per il ricircolo, riefficientati il pre e post ispessitore.
Un altro punto che ritengo doveroso chiarire riguarda lo smaltimento fanghi, che avviene in modo assolutamente regolare checché ne dica il Pd.

Destituita di qualsiasi fondamento, ancora, le affermazioni per le quali ci sarebbero sversamenti in mare, l'ennesima bugia che prova a diffondere qualche professionista risentito che ama nascondersi dietro l'anonimato di una sigla alla disperata ricerca di visibilità".

Creato Lunedì, 08 Marzo 2021 14:24