Catanzaro
 

Catanzaro, il Teatro di Calabria ricorda al 'San Giovanni' la tragedia del camping ‘Le Giare’

"Il Teatro di Calabria ricorda la tragedia del camping Le Giare: a distanza di venti anni dal drammatico epilogo dell'esondazione del torrente Beltrame che causò la morte di tredici persone, il Comune di Catanzaro non dimentica". Lo afferma l'assessore alla Cultura Ivan Cardamone che ha, pertanto, voluto fortemente che questa circostanza venisse degnamente ricordata, coinvolgendo il Teatro di Calabria. La rappresentazione "Medea- variazioni sul mito" andrà in scena domenica 20 settembre, alle 21, presso il chiostro del complesso monumentale San Giovanni.

"La tragedia del Camping Le Giare – continua - ha segnato nello spirito una regione intera: la nostra Città ha pagato un prezzo altissimo, privando tredici famiglie dell'affetto dei propri cari e spezzando all'improvviso tante esistenze votate al bene, all'assistenza del prossimo. Non possiamo e non vogliamo dimenticare queste persone, le loro storie: vogliamo che la loro memoria possa continuare a vivere in noi per molto tempo ancora. Il Teatro di Calabria ha subito raccolto con grande partecipazione l'invito giunto dall'Assessorato alla Cultura, inserendo uno spazio dedicato alla commemorazione delle vittime nel corso dell'ultimo appuntamento di GRAECALIS -Il vento della parola antica".
L'assessore Cardamone e il direttivo del Teatro, guidato da Anna Melania Corrado, Luigi La Rosa e Aldo Conforto, hanno voluto invitare alla serata una rappresentanza della sezione catanzarese dell'UNITALSI , l'associazione cattolica di volontariato che in quella tragica notte perse tredici tra disabili e accompagnatori.

Al termine della rappresentazione, verrà tributato un omaggio alle vittime della tragedia de Le Giare, con un dialogo inedito composto per l'occasione dal professore La Rosa e interpretato dagli attori della Compagnia del Teatro di Calabria.