Catanzaro
 

Coronavirus, tende pre-triage prese d'assalto a Catanzaro e Soverato

soverato-covidPiù di un centinao di giovani, tra quelli che nello scorso week end si trovavano nelle due discoteche di Soverato frequentate dal ragazzo che ha reso nota sui social la propria positività al coronavirus e che è ricoverato in ospedale, si sono presentati dal pomeriggio di oggi nelle due tende triage allestite dall'Azienda sanitaria provinciale a Catanzaro Lido e a Soverato. Sotto il sole cocente, cercando di coprirsi per come possibile, hanno atteso in fila di poter effettuare il tampone orofaringeo per verificare il contagio, nelle due tensostrutture impiantate dalla Protezione civile regionale della Calabria.

Una terza tenda è stata allestita anche a Lamezia Terme nei pressi del distretto socio sanitario. In tanti si sono autodenunciati anche nelle altre province calabresi come a Cosenza e Vibo Valentia dove i dipartimenti di prevenzione delle rispettive Asp stanno predisponendo i servizi necessari per poter effettuare i test. Numerosi sindaci hanno lanciato appelli sui social per chiedere ai loro giovani concittadini di rendere nota la loro eventuale presenza sabato e domenica nelle due discoteche di Soverato. Autorità istituzionali e sanitarie della regione invitano, però, a evitare allarmismi e situazioni di panico ma chiedono, soprattutto ai giovani, di osservare le prescrizioni legate all'uso delle mascherine e al rispetto del distanziamento fisico.

(Foto ANSA)