Catanzaro
 

Fase 2, il Comune di Squillace pensa ad un’App per garantire spiagge ‘sicure’

smartphone 600Mappare e visualizzare la spiaggia libera; dare la possibilita' ai cittadini ed ai turisti di effettuare la prenotazione online delle aree disponibili; indicare i punti a rischio in cui si registrano forme di assembramento e garantire la sicurezza attraverso l'emissione di un suono di allarme in presenza di persone che dovessero superare la distanza prevista per il distanziamento sociale. Tutto questo attraverso un'App, scaricabile gratuitamente, da utilizzare su smartphone o tablet. E' la soluzione tecnologica pensata dalla task force istituita dal Comune di Squillace per garantire una vacanza sicura in mare in tutto il litorale jonico del catanzarese. L'idea, suggerita da Lorenzo Giustiniani, ingegnere ed esperto di nuove tecnologie, e' stata fatta propria dall'organismo attivato dal Comune per promuovere politiche per il rilancio dell' attivita' socio-economica del territorio, di cui l'esperto fa parte.

"Il Comune di Squillace - ha dichiarato l'assessore Franco Caccia promotore e coordinatore della task-force - anche per il 2020, ha avuto il riconoscimento quale spiaggia di qualita' per la vacanza dei bambini e quindi avvertiamo la necessita' di rispondere alle aspettative di turisti e famiglie. Ci rendiamo anche conto che la fase attuale richiede un impegno aggiuntivo ai Comuni e pur tra le note ristrettezze di risorse, umane e finanziarie, dobbiamo fare leva sulla freschezza delle conoscenze, sulla creativita' e sulla fattibilita' delle proposte . L'applicazione - sostiene ancora Caccia - potrebbe avere anche una funzione di informazione e sensibilizzazione veicolando, attraverso l'ausilio di immagini e suoni, i comportamenti salutari da adottare sulla spiaggia ed in altri contesti di vita quotidiana . La cancellazione automatica dei dati oltre un tempo prestabilito consente altresi' il pieno rispetto dei diritti di privacy. Ovvio pero' che un'App con le funzioni descritte non e' ancora disponibile sul mercato. I costi, comunque contenuti dell'applicativo, l'elevata fruibilita' che puo' essere estesa a tutti i comuni rivieraschi della Calabria, suggerisce un ruolo di primo piano proprio della Regione che ha tutto l'interesse a veicolare l'immagine di un territorio dove e' possibile vivere una vacanza all'insegna della bellezza dei luoghi, della prevenzione e della sicurezza".