Calcio
 

Reggina, gli errori si pagano. Amaranto ancora in 10, il Monza ringrazia e vince

monza reggina 2di Pasquale Romano - La serie B è un'altra cosa. Sul campo del Monza la Reggina completa il poker di sconfitte consecutive, è crisi evidente in casa amaranto. Ancora un'espulsione si rivela fatale (doppio giallo per Folorunsho), il Monza ringrazia e vince 1a0 con il colpo di testa di Dany Mota.

LE FORMAZIONI INIZIALI

Reggina reduce da tre ko di fila, Toscano cerca maggiore equilibrio e passa al 3-5-2. Sei gli indisponibili, in difesa il ballottaggio tra Rossi e Del Prato viene vinto...da entrambi, è Loiacono ad accomodarsi in panchina. Lafferty-Bellomo coppia d'attacco, centrocampo folto che ritrova De Rose davanti alla difesa, Situm e Di Chiara gli esterni con Bianchi e Folorunsho interni. Monza di Brocchi con il 4-3-1-2, Boateng assiste il duo offensivo formato da Mota e Gytkaer. Panchina per l'ex amaranto Barillà.

Sul campo di una delle maggiori accreditate per la vittoria del campionato, la Reggina inizia con il piglio giusto e buona personalità. Funziona soprattutto l'asse sulla destra con Situm (tra i migliori in campo) e Bianchi, il traffico in mezzo al campo vede gli amaranto spesso vincenti nei duelli diretti.

Il Monza però al primo affondo va vicino al gol. Al 17' D'Errigo confeziona un cross al bacio per Gytkaer, l'attaccante danese sfiora soltanto la palla, che si perde sul fondo. Al 22' Rossi alza bandiera bianca, Toscano inserisce Stavropoulos al posto dell'ex Perugia.

Discrete trame di gioco e coraggio per la formazione di Toscano, Lafferty però fa tremenda fatica tra Bellusci e Paletta: l'attaccante amaranto sbatte puntualmente sul muro eretto dalla difesa avversaria. De Rose protagonista in mezzo al campo, il capitano amaranto si erge facendosi trovare sempre al posto giusto. La prima frazione si chiude senza reti e con un brivido in area amaranto: Gytkaer che manca la deviazione su invito dalla sinistra di Carlos Augusto.

TRISTE REMAKE

Si apre la ripresa, per la Reggina va in scena un triste remake. Copione identico rispetto alla gara con il Pisa: Folorunsho veste i panni di Crisetig e rimedia un doppio giallo nel giro di pochi minuti, enorme l'ingenuità dell'ex Bari per la disperazione di Toscano. Nemmeno il tempo di metabolizzare l'inferiorità numerica che la Reggina va sotto nel punteggio. Dany Mota svetta su corner dalla destra, nulla da fare per Plizzari, il percorso per la Reggina si fa decisamente in salita.

Reggina sotto choc, il Monza prova ad approfittarne e ha la chance ghiotta dal dischetto. Plizzari atterra (?) Mota, il direttore di gara assegna senza incertezze un penalty in verità dubbio. Dal dischetto va Boateng, il duello tra ex Milan viene vinto dal portiere amaranto, bravo a respingere tuffandosi alla propria sinistra.

Girandola di cambi prima del 60': ne cambia tre Brocchi (in campo l'ex Reggina Barillà), Toscano richiama un nullo Lafferty inserendo Denis. Carlos Augusto centra la traversa al 63', Plizzari qualche metro avanti e sorpreso dal tiro-cross del terzino brasiliano. Reggina che dopo il rosso a Folorunsho passa al 4-4-1, con Bellomo e Situm chiamati sulle corsie esterne ad un doppio lavoro per non lasciare Denis in mezzo al deserto.

Al minuto 80 Toscano si gioca la carta Rivas, in campo al posto di Situm. Il Monza mantiene il possesso palla ma non sembra aver particolare voglia di affondare, ci prova Colpani all'85', bravo Plizzari a dire no sulla conclusione ravvicinata del centrocampista biancorosso.

Nonostante l'uomo in meno la Reggina spinge e occupa la metà campo avversaria negli ultimi minuti, lasciando inevitabilmente campo aperto alle ripartenze del Monza. Gli amaranto però non riescono a rendersi pericolosi e incassano il quarto ko di fila. La classifica inizia a farsi preoccupante, serve una reazione immediata per gli amaranto, ancora vittime più delle proprie ingenuità che dei meriti avversari.