Calcio
 

Europei: la storia del calcio italiana e gli Azzurri

Ed è finalmente tornato il tempo dello stadio: la Nazionale in campo sembra aver portato nuova voglia di sport agli italiani che seguono le partite dagli schermi, allo stadio e, quando proprio non si può fare diversamente lo fanno online.

Nella storia del calcio italiano: è questa la prima volta che si gioca con un numero di spettatori contingentato ma è anche vero che gli Azzurri sono diventati i preferiti grazie al loro gioco rinnovato e tecnicamente preciso.

Storia del calcio ed Azzurri agli Europei

Da sempre gli Azzurri sono bravi a vincere i mondiali, un pò meno gli Europei ma chissà che questa volta la compagine guidata da Roberto Mancini non ci faccia qualche regalo grandissimo come tutti aspettano ovvero vincere. Alla maglia Azzurra piace essere Campione del Mondo, lo sappiamo, ma vincere gli Europei è cosa altra. Chissà che questa volta grazie ai tanti giovanissimi campioni non si riesca per davvero! Una sola volta Campioni d'Europa gli Azzurri amano poco le sfide internazionali del Vecchio Continente ma apprezzano quelle più ampie.

Un gioco posato e differente: quasi gentile è quello portato avanti dal ragazzi del 2021. Sarà la volta buona? A desiderarlo è un pò tutto il Paese che per le partite si ferma per i fatidici 90 minuti ed oltre aspettando ciò che accade.

Azzurri: la storia della Passione Italiana

Il calcio in Italia è amato come nessun altro sport: dei giocatori si sa un pò tutto ed il rapporto con la Nazionale è di pura passione. Se gli Azzurri giocano: l'Italia si ferma in attesa del fischio dell'arbitro. Gli Azzurri non amano vincere gli Europei, l'unica data è nel 1968 quanto i campionati d'Europa si giocavano tra le Alpi e la Sicilia. In quei giorni l'allenatore era Ferruccio Valcareggi altri tempi, altri giocatori: uomini che han fatto la storia del Pallone italiano e non solo. In ogni caso quella volta la Nazionale italiana vince nella famosa edizione che prevedeva il doppio confronto in finale. 1-1 all'andata, netto 2-0 con le reti di Riva e Anastasi il ritorno. Agli Europei sembra che classificarsi per l'Italia sia difficilissimo: però qualcosa cambia a partire dal 2000 prima con re poi 4 anni dopo con Giovanni Trapattoni nel 2004 ed ovviamente nel 2008 con Roberto Donadoni. Ottimi dati ma nessun risultato. Nel 2012 tutti aspettavano la vittoria ma niente da fare, stessa cosa nel 2016 quando l'Italia di Conte si ferma ai quarti ed adesso nel 2021?