Ronzulli (FI): "Certa che Occhiuto chiederà a Draghi stop commissariamento della sanità"

"La Calabria aveva scelto la strada del riscatto e della rinascita già due anni fa con Jole Santelli. Quella strada che si è bruscamente interrotta oggi riparte con Roberto Occhiuto, un uomo di punta di Forza Italia che guida la pattuglia dei nostri deputati e che candidandosi ha scelto di impegnarsi per la sua terra. Questa è una Regione che vuole riscattarsi e riprendersi il proprio futuro, che non vuole ancora mance o briciole.

Sono molte le cose da fare nei prossimi 5 anni, ma il primo punto del programma di Occhiuto riguarda la sanità. Bisogna porre fine a un commissariamento che dura da 11 anni, è arrivato il momento che questo settore fondamentale torni nelle mani dei calabresi o sia posto in capo al nuovo governatore. Sono certa che Roberto Occhiuto lo chiederà al Presidente Draghi un minuto dopo essere eletto, perché conosce bene l'importanza di una sanità efficiente, che non sperperi i soldi dei cittadini, che tuteli davvero la salute dei calabresi troppo spesso costretti a curarsi fuori regione. Qui, invece, i governi di centro sinistra hanno chiuso ospedali e ridotto i centri per la medicina territoriale, hanno fatto danni incalcolabili".

Lo ha detto a Serra San Bruno Licia Ronzulli, vicepresidente del gruppo Forza Italia al Senato e responsabile del movimento azzurro per i rapporti con gli alleati, nel corso di una manifestazione a sostegno del candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Calabria, Roberto Occhiuto.