Sanità, 2,7 milioni di euro alla Calabria per indennizzi soggetti danneggiati

Cinquanta milioni di euro alle Regioni per l'anno 2021 per la concessione degli indennizzi in favore dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazioni di emoderivati. E' quanto prevede lo schema di decreto per il riparto del fondo alle Regioni per l'esercizio di tale funzione sulla base della legge 210 del 1992 e della legge 178 del 2020. Lo schema di decreto e' stato firmato dai ministri della Salute, Roberto Speranza, e dell'Economia e Finanze Daniele Franco. Il fondo e' ripartito tra le Regioni in proporzione al fabbisogno derivante dagli indennizzi corrisposti. Il fondo e' cosi' ripartito: Abruzzo 1.632.629; Basilicata 639.220; Calabria 2.719.673; Campania 6.421.989; Emilia Romagna 5.897.335; Lazio 5.840.911; Liguria 996.489; Lombardia 6.226.086; Marche 1.465.807; Molise 386.284; Piemonte 3.462.227; Puglia 6.433.828; Toscana 2.426.911; Umbria 622.019; Veneto 4.276.102; Sardegna 552.481.