Nomine Regionali, D'Ippolito (M5S): "Sarebbe vergogna nera"

«Sarebbe una vergogna nera, se il Consiglio regionale procedesse, come pare, a un'infornata di nomine in enti e organi amministrativi. I calabresi attendono l'estate e chiedono interventi tangibili nel settore del turismo, dei trasporti, della sanità e dell'economia in generale».

Lo afferma, in una nota, il deputato M5S Giuseppe d'Ippolito, che attacca: «Saremmo al paradosso, se il Consiglio regionale, la cui attività è per legge limitata alla gestione ordinaria, si lasciasse scappare la mano in vista delle elezioni d'autunno. Sarebbe la riprova che il palazzo conta più della comunità e che non c'è limite all'utilizzo del potere per fabbricare clientele e quindi consenso. Non c'è bisogno né urgenza di collocare qualcuno nel Consorzio del Bergamotto, nella Casa degli Oli extravergini o nel Comitato per le servitù militari. La Calabria necessita invece di misure concrete che consentano una progressiva ripresa delle imprese, dei redditi e delle famiglie».

«Mi auguro – conclude D'Ippolito – che la responsabilità e il senso delle istituzioni prevalgano in Consiglio regionale, anche per evitare che scoppi un nuovo caso nazionale che, soprattutto in questo momento, nuocerebbe oltremodo alla nostra regione».

Creato Lunedì, 14 Giugno 2021 13:27