Ddl Zan all'esame della commissione Giustizia del Senato, la Lega chiede di sentire Spirlì

spirli salvini 2Si va dal presidente facente funzioni della Calabria, Nino Spirlì, a Platinette, dal segretario generale della Cei, monsignor Stefano Russo al leader del Family Day, Massimo Gandolfini fino a esponenti del mondo femminista e giornaliste come Marina Terragni e Monica Ricci Sargentini: sono alcuni dei nomi che la Lega ha chiesto di sentire nelle audizioni sul disegno di legge contro l'omotransfobia, all'esame della commissione Giustizia del Senato, come si apprende da fonti parlamentari. Oltre 100 in tutto le richieste della Lega sul totale di 210.

Domani pomeriggio il presidente della commissione e relatore del provvedimento, il leghista Andrea Ostellari, dovrebbe annunciare l'elenco completo, stilato in base alle sue valutazioni.

Riguardo alle categorie, tra le richieste ci sono giuristi come Alberto Gambino, l'ex sottosegretario all'Interno nel governo Berlusconi e magistrato Alfredo Mantovano, il procuratore capo di Avellino, Domenico Airoma, il magistrato e vicepresidente nazionale del Movimento per la vita Pino Morandini, il professore di diritto penale all'Universita' di Padova, Mauro Ronco. Inoltre, l'associazione londinese Christian Concern che sostiene e tutela i diritti dei cristiani. Fra i medici, ci sono neuropsichiatri infantili e lo psichiatra Tonino Cantelmi, mentre fra i religiosi anche suor Anna Monia Alfieri, rappresentante delle scuole Marcelline italiane. (ANSA)