Tinagli partecipa al webinar del Pd Calabria su Next generation EU

«Sono veramente molto contenta che una persona come Nicola si sia messo in gioco e che sia circondato da persone competenti, da persone serie che hanno voglia veramente di cercare un riscatto della Calabria basato su questi principi, su questo spirito». È con queste parole che Irene Tinagli, eurodeputata e vice-segretaria nazionale del Partito Democratico, ha commentato la candidatura di Nicola Irto a presidente della Giunta regionale calabrese intervenendo all'incontro online "#NextGenerationEU: opportunità e sfide per la Calabria del futuro", terzo webinar del ciclo di approfondimenti promosso dal Pd calabrese.

«Ho seguito il tuo percorso – ha detto Tinagli rivolgendosi in diretta a Irto nel corso dell'incontro -, ho riguardato il tuo curriculum e penso che tu incarni il futuro del Partito Democratico che deve poter contare su persone che sanno unire la passione politica con la competenza, con la conoscenza della propria terra e che abbiano capacità di volgere lo sguardo al contesto internazionale». Un'investitura piena e autorevole, insomma, quella di Tinagli per Irto.

Dal canto suo il candidato, dopo aver ringraziato sentitamente la vice-segretaria Tinagli per le parole di sostegno, ha sottolineato: «È di grande importanza che la segreteria nazionale del Partito Democratico sia così attenta e vicina a ciò che succede in Calabria. Il Mezzogiorno è il centro nevralgico che determinerà il successo o meno del Piano di ripresa nazionale ed è necessario che i più alti livelli politici nazionali mantengano forte e saldo il contatto con le regioni del Sud».

Sul Pnrr, poi, ha aggiunto: «C'è bisogno di fare chiarezza e corretta informazione su quelle che sono le possibilità che ci vengono offerte dal Piano e che si possono cogliere appieno solamente se la politica sarà in grado di orientare le proprie decisioni strategiche dopo aver affrontato un percorso di vero dialogo e confronto con le realtà produttive, con i lavoratori, con le università e con le professioni. Un percorso che è lontano dalle logiche meramente utilitaristiche e di breve respiro che spesso hanno contraddistinto in negativo l'agire politico».

«Abbiamo l'opportunità, ma forse è meglio dire l'esigenza – ha concluso Irto -, di superare le vecchie narrazioni stantie e favorire lo sviluppo di una Calabria solidale che sia in grado di offrire possibilità vere a tutti i suoi figli. L'obiettivo è quello di offrire alle nuove generazioni l'opportunità della scelta di rimanere in Calabria senza rinunciare ai propri sogni, senza rinunciare a vivere».

Il webinar è stato introdotto dal Commissario Pd Calabria Stefano Graziano il quale ha chiarito come «infrastrutture, sanità e turismo devono essere i principali ambiti verso cui indirizzare investimenti ed energie che arriveranno dal Pnrr».

Tra i partecipanti all'incontro, anche l'eurodeputata dem Pina Picierno: «Serve – ha detto- un nuovo approccio che permetta di gestire la quantità di risorse in arrivo e anche la complessità di strumenti che sono stati messi in campo. Bisogna riuscire a rimediare alle diseguaglianze che hanno caratterizzato la storia del Mezzogiorno».

Anche per Domenico Bevacqua, capogruppo Pd in Consiglio regionale, «la necessità è un piano di interventi e riforme per offrire a giovani e donne soprattutto delle opportunità di crescita e sviluppo personale che siano serie. Fondamentale, poi, che sussista una collaborazione con il Pd nazionale, di cui ha rivendicato la necessaria vicinanza e sinergia».

Infine, Consuelo Nava, ricercatrice e docente presso l'Università "Mediterranea" di Reggio Calabria ed esperta di sostenibilità ambientale, ha posto l'accento sulla necessaria sensibilità rispetto al tema dell'innovazione sostenibile: «Bisogna creare un progetto che sia convincente ed efficace al fine di raggiungere obiettivi fondamentali come innovazione, digitalizzazione, coesione territoriale, inclusione sociale e transizione ecologica».