Scuola, Call Conference tra Responsabile regionale delle consulte studentesche e Ministro Bianchi: "Serve un percorso di resilienza per gli studenti"

Il tanto atteso incontro del Ministro all'Istruzione Bianchi con le Consulte studentesche d'Italia si è chiuso con un encomio pubblico, l'unico in verità, al lavoro svolto dal Coordinamento regionale delle CCPPSS della Calabria esposto dal Presidente regionale Rosario Pio Macrì coadiuvato dalla Responsabile Franca Falduto. La stessa riferisce che "E' stato davvero emozionante e motivo di grande orgoglio per tutta la scuola calabrese, sentire dalla viva voce del Ministro l'encomio all'intervento del nostro Presidente di cui il massimo esponente del MIUR ha condiviso contenuti e toni mostrando apprezzamento anche per l'evidente expertice della guida costante di questo organismo garantita da me stessa, senza soluzione di continuità da oltre 25 anni."

La preparazione di questo incontro ha comportato lo studio del Piano Estate, delle tante circolari e decreti nonché dei vari interventi pubblici del Ministro, non ultimo quello al Question Time di mercoledì scorso in cui sono state fornite esaudienti risposte anche in merito alla riapertura dell'anno scolastico puntualmente riprese e discusse dal Presidente regionale delle Consulte. Ampio spazio è stato dedicato anche al Piano per l'estate che consentirà di recuperare socialità e rafforzare gli apprendimenti, usufruendo di laboratori per il potenziamento delle competenze, e realizzando attività educative incentrate su musica, arte, sport, digitale, percorsi sulla legalità e sulla sostenibilità, sulla tutela ambientale.

L'obiettivo è quello di utilizzare i mesi estivi per costruire un ponte verso il prossimo anno scolastico, attraverso un'offerta che rappresenta una risposta alle difficoltà emerse nel periodo della pandemia, ma che intende anche valorizzare le buone pratiche e le esperienze innovative nate proprio durante l'emergenza. E, a questo proposito, è stato molto apprezzato anche il fatto che, proprio grazie al Coordinamento delle Consulte, lo scorso anno sono stati realizzati i campi estivi nei beni confiscati alla mafia conseguendo il doppio obiettivo di riprendere i contatti interpersonali dopo il terribile lock down e di farlo all'insegna della Legalità. Tutti i Presidenti regionali d'Italia hanno esposto le problematiche ben note che hanno dovuto affrontare: adeguamento degli spazi, DAD, DID, Trasporti che saranno ancora oggetto di attenzione da parte dei tavoli prefettizi e degli Enti locali. Saranno inoltre convogliate tutte le energie possibili affinché anche gli studenti possano essere vaccinati e si cercherà di ottimizzare le competenze digitali apprese durante questo lungo periodo. Il confronto è stato, quindi, animato da un'atmosfera di grande collaborazione perché le Consulte, massimo organismo di rappresentanza studentesca desiderano essere considerate parte integrante del Ministero in questo percorso di ripresa e resilienza e, guidate da Franca Falduto in particolare quelle calabresi che, parafrasando la celebre frase di John Fitzgerald Kennedy, hanno voluto chiedere oltre a ciò che il Ministero può fare per loro anche quello che gli Studenti possono mettere in atto per favorire quella ripartenza del mondo della Scuola all'insegna della serenità a cui tutti aspiriamo.