Agricoltura, Caligiuri (FI): "Nuovi criteri sfavoriscono il Sud"

"La ripartenza italiana sarà tale solo se il Mezzogiorno riuscirà a colmare lo storico gap con le regioni del Nord". Lo afferma la senatrice di Forza Italia Fulvia Michela Caligiuri. "Le opportunità dei fondi europei - aggiunge - contribuiscono fortemente alla crescita del Sud Italia e costituiscono un importante supporto per la nostra agricoltura, patrimonio da tutelare anche alla luce delle nuove sfide europee in tema di sostenibilità ambientale, le quali richiederanno cambiamenti significativi. Proprio per questo, insieme ai colleghi di Calabria, Sicilia, Puglia, Basilicata, Campania e Umbria sosteniamo i nostri assessori regionali all'Agricoltura contrari ai nuovi criteri di riparto del Programma di sviluppo rurale per le annualità 2021 e 2022. Infatti - continua la senatrice Caligiuri, capogruppo in Commissione Agricoltura - i nuovi criteri sfavorirebbero l'agricoltura nelle regioni del Mezzogiorno. Cambiare le regole in corso d'opera, passando da un criterio basato sulla storicità ad uno basato sulla competitività, è contrario al concetto più volte sostenuto all'unanimità secondo il quale - conclude la senatrice Caligiuri - se vince il Sud, vince l'Italia intera".