Sbarra nuovo segretario Cisl: gli auguri di Confapi Calabria

"Luigi Sbarra è il nuovo segretario generale della Cisl.

Sbarra, calabrese, 61 anni è stato eletto dal Consiglio generale del sindacato con 168 voti favorevoli dopo 7 anni di leadership di Annamaria Furlan.

L'elezione è avvenuta nel segno della continuità. Lo scorso febbraio, a fare il nome di Sbarra era stata la stessa che lo aveva anche voluto come segretario aggiunto nel 2018. "Passo il testimone in mani sicure– ha detto- lavorerà per i giovani, per le donne, darà dignità ai lavoratori deboli e fragili".

Sbarra era stato eletto infatti come segretario generale aggiunto della Cisl il 28 marzo di tre anni fa, ricevendo le deleghe su mercato del lavoro, contrattazione, industria e rappresentanza.

In questi mesi di pandemia "abbiamo toccato il picco di oltre 9 milioni di persone in cassa integrazione e corriamo il rischio di perdere centinaia di migliaia di posti di lavoro nel 2021″, dopo "i quasi 500 mila" già persi nell'ultimo anno, afferma il neo segretario generale nella relazione dopo l'elezione, indicando tra gli "obiettivi" da perseguire "nell'immediato la piena realizzazione del piano vaccinale e la proroga delle protezioni sociali, a cominciare dall'estensione del blocco dei licenziamenti, degli ammortizzatori e delle indennità Covid".

A fare gli auguri e i complimenti al nuovo numero uno della Cisl anche Francesco Napoli, presidente di Confapi Calabria, che ha accolto il risultato con queste parole: "Siamo certi che anche in questo nuovo ruolo saprai spendere le tue migliori energie in direzione della tutela dei lavoratori e dello sviluppo socio economico del Sud e del Paese tutto. In una stagione per l'Italia così difficile e delicata, il confronto tra governo e parti sociali e quanto mai importante e determinante per le scelte che vanno prese con senso di responsabilità e lungimiranza. Sono certo che la tua guida di sindacalista preparato, porterà a questo confronto argomenti e visioni di prospettiva aderenti alla realtà del territorio italiano e del sud in particolare. Buon lavoro!".