In braccio a Silvio

berlusconi meloni salvinidi Francesca Gabriele - Luigi De Magistris non "scherzava" per nulla, come ci ripeteva ogni giorno un dirigente del Pd nazionale, ma ha ufficializzato la sua candidatura a governatore.

Una bella patata bollente per i partiti a iniziare dal Pd e a finire al centrodestra. Quel centrodestra che ha vinto le scorse regionali con il circa sessanta per cento di calabresi, che come ancora prima, per Mario Oliverio, non sono andati al voto.

Quel centrodestra che stava per ufficializzare la candidatura a presidente della Regione del sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, ma si è trovato il nome della compianta Jole Santelli.

A distanza di pochi mesi dovrebbe essere ancora Forza Italia a proporre il nome del candidato. Un nome, che come ci ha detto un esponente del centrodestra al momento è conosciuto solo a Silvio Berlusconi. Un nome che probabilmente è stato comunicato a Giorgia Meloni e a Matteo Salvini e che potrebbe essere comunicato, a sorpresa, da un momento all'altro.

Se il sindaco di Napoli ha agitato le acque in casa Pd, il centrodestra è alle prese con i soliti malumori interni, ma non teme De Magistris. "I sondaggi – ci ha detto un esponente dello schieramento – sono dalla nostra parte. Vinciamo. Vinciamo e portiamo avanti il lavoro iniziato da Jole".

Intanto, nel Pd, guardano a De Magistris e continuano a ripetere: "I partiti. Servono i partiti per vincere ".