Candidatura De Magistris, i timori di Enza Bruno Bossio (Pd): "Rischia di spaccare il centrosinistra"

brunobossioenza5gen"Vedo malissimo la candidatura di Luigi De Magistris in Calabria, e non perché è stato il pm che mi ha indagata, ma perché le posizioni che esprime sono populiste e da Mezzogiorno piagnone. Ma soprattutto De Magistris arriva da un fallimento nell'amministrazione della città di Napoli. In più, non è neanche calabrese. Che cosa bisogna aggiungere?". A dirlo all'AdnKronos, commentando l'ufficializzazione della candidatura alla presidenza della Regione Calabria del sindaco di Napoli Luigi De Magistris, è Enza Bruno Bossio, deputata calabrese del Pd che venne indagata dall'allora pm di Catanzaro nell'inchiesta "WhyNot?" e assolta sia in primo grado che in appello perché il fatto non sussiste.

"Non credo che la candidatura di De Magistris in Calabria possa avere successo - aggiunge Bruno Bossio -, ma siccome si è aperta una discussione all'interno del centrosinistra, in cui questo tipo di forze sono state coinvolte, oggi rischia di rappresentarsi come una rottura all'interno del centrosinistra, dunque, oggettivamente, il centrosinistra si indebolisce. Però - conclude - mi auguro che il mio partito mantenga le posizioni avute finora, di contrarietà a questa candidatura. Ma siccome non so cosa farà il M5S, che non si è ancora espresso, non vorrei che in nome di questo asse Pd-M5S, si arrivi anche a questo tipo di scelta. E' evidente che a quel punto ognuno prenderà le sue decisioni".