Una nutrita delegazione FGS Calabria a Roma per il “No dad day”

"Promuovere l'attivismo degli studenti, dare una sveglia al governo Conte e aprire le scuole in sicurezza e in vista di una terza ondata di Coronavirus".

Sono le richieste che accompagnano il "No dad day", la manifestazione di protesta che la Federazione dei Giovani Socialisti organizzerà – con una delegazione che rispetterà tutti i parametri del distanziamento sociale - sabato 5 dicembre, alle 15,30, davanti alla sede del Ministero della Pubblica istruzione in via Trastevere a Roma.

Una manifestazione che sarà accompagnata da una maratona oratoria di protesta online che partirà alle 20,30, sempre di sabato 5 dicembre, e andrà per diverse ore in diretta nelle pagine social della Federazione dei giovani socialisti.

«C'è un'intera generazione – dicono gli esponenti della Federazione - che con la Dad rischia di perdere un altro anno di scuola. Abbiamo sottovalutato la seconda ondata, ora non sottovalutiamo la terza. La scuola si salva se la società si organizza. Il governo lavori sin da ora per riaprirla da gennaio e mantenerla aperta. Si parta da ciò che non è stato fatto, cioè potenziare i trasporti e scaglionare gli orari».