Tirocinanti, l’avvocato Rocca (MF): “Non possono essere lasciati soli”

L'avvocato Salvatore Rocca, consigliere ordine avvocati Crotone e Presidente del movimento forense di Crotone rivolge un appello alla politica calabrese, in favore dei 7000 tirocinanti, ex precettori di mobilità in deroga, in attesa di ricevere una stabilizzazione; uomini e donne che prestano a tutti gli effetti la loro attività lavorativa in enti pubblici, MIUR, MiBACT, GIUSTIZIA, ma percepiscono solo 500 euro in qualità di rimborso spese ed inoltre gli stessi non sono soggetti ad alcuna forma di tutela e di contribuzione lavorativa.

"Persone che si sono rivelate utili nelle mansioni che svolgono ma che contrattualmente non identificate come lavoratori". Dall'inizio della pandemia Sars-Covid 19, che ha colpito il nostro paese, gli stessi hanno percepito solamente una indennità di 500 euro una tantum e molti tirocinanti non hanno mai ripreso a lavorare e di conseguenza non spetta loro neanche quel rimborso spese (di 500 euro) previsto; lo stesso vale per tutti quei tirocini che sono stati sospesi durante la seconda ondata di Covid. Madri e Padri di famiglia che sono in cerca di una dignità lavorativa che gli permetta di avere un posto in questa società che li rende fantasmi"ha affermato Rocca.