Consiglio regionale, il 10 novembre la seduta sulla doppia preferenza di genere

consiglioregionaleaula600"Questo Consiglio regionale - maggioranza ed opposizione - non ha nulla da rimproverarsi. Ha fin qui orgogliosamente fatto per intero e fino in fondo, spesso in condizioni di estrema difficoltà, il proprio dovere, al servizio e a tutela dei calabresi. Chi asserisce il contrario, è perché, evidentemente, o nutriva pretese non soddisfatte o è schierato aprioristicamente con ciò che ancora sopravvive dell'antipolitica militante che preferisce il terreno della protesta a quello della proposta". Così, il presidente del Consiglio regionale Domenico Tallini ha aperto la Conferenza dei capigruppo riunitasi oggi a Palazzo Campanella che ha fissato per martedì dieci novembre la data della seduta consiliare.

"Questa Assemblea non ha mai introdotto tentativi di privilegio per i consiglieri e non corrisponde al vero quanto anche apparso sugli organi di stampa, con il richiamo, in maniera specifica, alla legge sui vitalizi che è stata abrogata esclusivamente per ragioni di mera opportunità politica. Piuttosto, in otto mesi di consiliatura, l'Assemblea regionale ha dato prova di efficienza, utilizzando le economie di bilancio per 8 milioni di euro e di concreta vicinanza ai calabresi in un momento di particolare difficoltà, destinando tre milioni di euro agli studenti universitari fuori sede nel pieno della pandemia Covid-19. Ancora – ha ricordato Tallini –, un milione di euro è stato dato alla Fondazione del Banco Alimentare regionale e, sul piano della valorizzazione del patrimonio paesaggistico e storico della Calabria, l'Assemblea ha promosso e finanziato, con uno stanziamento di 250 mila euro, il progetto culturale e ambientale 'Cammino Basiliano'. Iniziativa alla quale la rete ammiraglia della Rai ha dedicato ampio spazio con un grande impatto, in termini di risonanza e visibilità, a livello nazionale".

"Giunti a questo punto, con tanto dolore ancora nel cuore per la scomparsa di Jole Santelli, l'impegno di tutti noi – ha concluso Tallini-, è quello di portare a termine, nel migliore modo possibile e nel pieno rispetto della legislazione vigente, l'XI legislatura". La seduta consiliare si aprirà con la proposta di legge del presidente Tallini (che ha sintetizzato quelle già esistenti come d'accordo con i capigruppo) sulla doppia preferenza di genere nella legge elettorale. Al secondo punto, la riprogrammazione dei fondi comunitari "che definisce la più grande rimodulazione di circa 500 milioni di euro nella storia della Regione".

Nel corso dei lavori, che contemplerà altri punti all'esame dell'Aula, il Consiglio procederà alla presa d'atto della morte del presidente della Giunta regionale e alla presa d'atto dell'intitolazione della Cittadella regionale al presidente della Regione Calabria, on. avv. Iole Santelli.