Coronavirus, Calabria in Azione: "No a chiusura scuole, necessari test antigenici per tutti gli studenti"

"La curva dei contagi è in aumento in Calabria. Il Presidente f.f. Spirlì sarebbe pronto a firmare un'ordinanza con misure più drastiche e restrittive, che prevedono anche con la chiusura delle scuole secondarie e superiori.

Noi di Azione crediamo che chiudere le scuole sia sbagliato. Limitiamo la movida, limitiamo le feste, limitiamo in contatti. Ma non chiudiamo le scuole.

Abbiamo già conosciuto tutti i limiti che la didattica a distanza comporta, specie per i ragazzi con disturbi dell'apprendimento o disabilità. Lo stato delle connessioni - nei centri più periferici - è ancora troppo basso. In Calabria, poi, c'è un divario digitale altissimo che rischia di tagliare fuori migliaia di studenti dalla didattica.

La Regione si impegni, invece, a rendere le scuole più sicure. Vanno previsti test rapidi antigenici gratis e per tutti. Solo così si può garantire due fondamentali diritti: allo studio ed alla salute". Lo afferma in una nota Calabria In Azione, il movimento di Carlo Calenda.