Agorà
 

Il 18 agosto a San Mango d'Aquino la nuova edizione del Premio Muricello

Il Premio Muricello (che prende la sua denominazione dal nome originario di San Mango d'Aquino) è nato nel 2013 per assegnare riconoscimenti a personalità che si sono distinte per il loro impegno, a vario titolo, nel contesto sociale calabrese, ma anche per aprire momenti di confronto e discussione su temi, spesso spinosi, che riguardano la vita della nostra Regione. Il premio è diventato un significativo focus per testimoniare sia le difficoltà che ancora insistono nei nostri territori che i successi ottenuti da molti calabresi.

L'edizione 2019, la settima dall'inizio di questa avventura, continua sul solco delle precedenti. Il premio Muricello è stato assegnato a tre personalità di rilievo:

Sara Scarpulla che ha dovuto subire l'atroce perdita, per mano della 'ndrangheta, del figlio Matteo Vinci, ucciso in un attentato in cui il marito è rimasto gravemente ferito. Entrambi rei di non aver abbassato la testa di fronte alle angheria della famiglia Mancuso. Un coraggio pagato a caro prezzo che, oggi, si esprime attraverso la dura battaglia per ottenere giustizia e per condannare la criminalità in ogni sua espressione. Sara Scarpulla sarà affiancata dall'avvocato Giuseppe De Pace e accompagnata dal giornalista Agostino Pantano che ha seguito e sostenuto Sara nei suoi difficili momenti.

Camillo Falvo, Pubblico ministero della Dda di Catanzaro che, quotidianamente combatte tenacemente la lotta contro la 'ndrangheta calabrese, la più potente organizzazione malavitosa del mondo.

Carla Sorrenti, designer italiana e fondatrice del marchio di borse luxury Venusia, che è riuscita ad imporsi ed a conquistare un significativo spazio personale nel mondo della moda italiana.

Il premio Muricello ha una sezione dedicata a personalità legate alla storia di San Mango. Tre i riconoscimenti assegnati:

Giuseppe Manfredi, figlio di Antonio, storico sindaco di San Mango d'Aquino, per i successi ottenuti a Chioggia nella professione medica e per essere diventato un punto di riferimento di tanti calabresi in Emilia Romagna e Veneto.

Angelo Colosimo, autore ed attore teatrale che, dopo anni di sacrifici e studi, si sta imponendo nel panorama artistico nazionale come figura di primo piano.

Giacinto Mancuso, promoter, che ha organizzato e patrocinato innumerevoli spettacoli e manifestazioni culturali. Contribuendo a far conoscere San Mango nel panorama culturale regionale e nazionale.

L'amministrazione comunale ha poi deciso di assegnare, di comune accordo con l'organizzazione del premio, menzioni speciali alle seguenti personalità ed associazioni:

Associazione Lucky friends, per il grande lavoro svolto in questi anni nel mondo della disabilità, attraverso i memorabili traguardi sportivi raggiunti e non solo, e per la grande opera di sensibilizzazione portata avanti negli anni.

Ens, Ente nazionale Sordi, nella persona del presidente calabrese Cavaliere Antonio Mirijello, per il grande lavoro svolto al fianco degli associati e per il contributo dato alla crescita culturale della nostra regione.

Antonio Saffioti, per il libro Respirare e per il coraggio con cui conduce quotidianamente la sua vita.

Salvatore d'Elia, per il libro Respirare e per la grande attività condotta a sostegno della cultura calabrese

Fiore Isabella, per il libro "Per il libro "La scuola... secondo Mattia", opera dal grande valore civile e morale.

Francesco Notaro, capogabinetto comandante generale Vigili del fuoco, per lo spirito di servizio mostrato durante il suo percorso professionale di successo

La serata sarà presentata dal giornalista Ugo Floro che non è, però, solo il conduttore del premio, ma un protagonista che ha contribuito a costruire l'anima dell'evento.

Ad allietare i presenti, l'esibizione del duo Daniele Fabio e Gianfranco Maruca.