Agorà
 

"La percezione dell'antico": serie di incontri dell'Anassilaos

"La percezione dell'Antico" sarà il tema conduttore di una serie di incontri promossi dall'Associazione Culturale Anassilaos che si terranno nell'anno in corso e nel 2022 con il patrocinio del Consiglio Regionale della Calabria, della Città Metropolitana e del Comune di Reggio Calabria, del Comune di Messina, del Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne dell' Università degli Studi di Messina con la collaborazione di Spazio Open e l'adesione della Fondazione Falcomatà. Al centro dei singoli incontri, affidati a studiosi e docenti già affermati e a giovani ricercatori, quella Civiltà nata e sviluppatasi lungo le sponde del Mediterraneo, dalla misteriosa Colchide (il Mar Nero e la Georgia) alle Colonne d'Ercole (Gibilterra). Un mare al cui centro, geografico e politico, quasi ad unire Oriente e Occidente, Nord e Sud, si trovava e si trova tuttora quel Regno dello Stretto creato da Anassila con le città di Reggio e Messina. Lo scopo di questa iniziativa, che oltre ai singoli incontri prevede anche la realizzazione di convegni e mostre, è far conoscere, soprattutto ai non addetti ai lavori, comunque interessati alla storia antica, che è poi la "nostra" storia, aspetti significativi della "Civiltà Mediterranea" (lingua, arte, letteratura, religione). Si comincia venerdì 24 settembre alle ore 10,00 presso lo Spazio Open (Via Filippini) con l'inaugurazione della mostra storico-filatelica dedicata ai duemila e cinquecento anni della vittoria del Dinasta reggino a Olimpia (480 .C.-2020), sul tema "Anassila e il Mediterraneo" che presenta una serie di pannelli nei quali il Prof. Daniele Castrizio, dell'Università di Messina, ripercorre le fasi salienti della vita e dell'opera del Signore di Reggio e Messina.

In mostra anche i disegni che l'artista Sergej Tikhonov ha dedicato ad alcune figure, mitiche e storiche, riconducibili all'antica Reggio (Eracle, Oreste, Giocasto, Italo, Glauco, Teagene, Ibico, Stesicoro, Pitagora di Reggio, Pitagora di Samo). Nel corso della manifestazione sarà presentato al pubblico reggino lo speciale annullo filatelico concesso da Poste Italiane che ricorda la vittoria di Anassila ad Olimpia per celebrare la quale egli coniò, sia per Messina che per Reggio, il tetradramma che forse lo rappresenta sopra una biga guidata da mule. Uno stand di Poste infatti sarà presente nello Spazio Open e sarà così possibile annullare le cartoline realizzate per l'occasione dal sodalizio reggino che saranno donate al pubblico presente. La partecipazione all'iniziativa è prevista con le modalità di cui alla normativa vigente in materia di prevenzione Covid-19.