Agorà
 

Giornata regionale della legalità, Falcomatà: "Cultura e giovani leve del riscatto per Delianuova"

"È stata un'occasione importante, nel quadro di un dibattito qualificato che ci ha consentito di confrontarci e discutere di cultura della legalità con particolare attenzione alle fasce giovanili, in un momento storico particolare complesso e delicato come quello che stiamo vivendo".

È quanto affermato dal Sindaco della Città metropolitana di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, nel corso dell'incontro che si è svolto a Delianuova nell'ambito della sedicesima edizione della Giornata regionale di educazione alla legalità organizzata dall'associazione culturale "Nicola Spadaro" presieduta dal professor Franco Palumbo. Iniziativa a cui hanno preso parte tra gli altri anche il procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, Giovanni Bombardieri, il procuratore della Repubblica di Firenze, Giuseppe Creazzo e il componente dell'unità di crisi regionale per l'emergenza Covid, Ludovico Abenavoli.

"Come sappiamo, anche sulla scorta delle rilevazioni dei principali osservatori sociali, - ha aggiunto il Sindaco Falcomatà - l'emergenza scatenata dal Covid ha inasprito alcune criticità latenti all'interno del mondo giovanile aumentando in modo sensibile fenomeni di aggressività tra adolescenti e giovanissimi. Ne è una chiara e triste testimonianza - ha evidenziato il primo cittadino - l'escalation di risse soprattutto nei locali della movida e nei luoghi di ritrovo frequentati dai ragazzi nella stagione estiva. È compito di tutti, istituzioni, famiglie, agenzie educative, interrogarsi su tutto ciò, sentirsi responsabili come comunità educante di queste tematiche e coinvolgere il territorio nell'ambito di un vero e proprio patto educativo. Delianuova - ha poi rimarcato Falcomatà - in questo contesto rappresenta ormai da anni un modello virtuoso di impegno concreto sul terreno della formazione e dell'educazione alla legalità mediante la cultura e la forza espressiva della musica. L'orchestra giovanile di fiati intitolata alla memoria del professore Scerra rappresenta un'autentica eccellenza, non solo deliese e metropolitana ma dell'intera Calabria. È da questi esempi che bisogna ripartire, anche nel segno di nostri concittadini illustri come la figura di Domenico Ietto, imprenditore barbaramente assassinato nel 1971 e che oggi abbiamo ricordato a cinquant'anni dalla sua scomparsa. Ma cittadini illustri Delianuova ne ha tantissimi, penso ad esempio all'artista Tommaso Minniti. Insomma - ha concluso il Sindaco metropolitano - un territorio e una comunità ricca di risorse culturali e sociali e che ha tutte le carte in regola per ripartire. E mi auguro che questo possa accadere presto, già a cominciare dalle prossime elezioni di ottobre che ripristineranno l'agibilità democratica in questo comune. Il compito della Città metropolitana è quello di accompagnare e stare al fianco delle istituzioni che si insedieranno e di tutta la comunità deliese sostenendo il loro percorso di ripresa".